Il Trabocco di Turchino candidato dal FAI per i Lughi del Cuore

In questi giorni il FAI (acronimo di Fondo Ambiente Italiano) ha avviato un nuovo censimento nazionale dei cosiddetti “luoghi del cuore”. San Vito Chietino e l’Abruzzo hanno l’onore di essere rappresentati dal Trabocco di Turchino, un simbolo d’identità e uno dei più importanti elementi distintivi della costa adriatica. Gabriele d’Annunzio, durante il suo soggiorno nell’eremo di San Vito (avvenuto nell’estate del 1889), fu particolarmente attratto da quella “strana macchina piscatoria, simile ad un ragno colossale”, a tal punto da descriverne ogni minimo particolare nel noto romanzo “Trionfo della morte”. Da quel momento il trabocco di Turchino divenne il più famoso del litorale adriatico. “L’invito a votare sul sito web del FAI – ha chiosato Sandro e Nobile, consigliere delegato alla cultura del Comune di San Vito Chietino – è rivolto a tutti coloro che amano la nostra terra e il nostro mare, al di là delle origini e della provenienza. Scegliere il Trabocco di Turchino come “luogo del cuore”, significa offrire un importante contributo alla realizzazione dei progetti di tutela e valorizzazione della più celebre bilancia da pesca della nostra Penisola.

“I luoghi del cuore” è una delle grandi campagne nazionali del FAI lanciata per la prima volta nel 2003. È un progetto che mira alla sensibilizzazione sul valore del nostro patrimonio storico, artistico e culturale che si svolge in due fasi: la fase del censimento dei luoghi più amati (negli anni pari) e la fase degli interventi sostenuti dal FAI su alcuni dei luoghi più votati (negli anni dispari). Per votare il Trabocco di  Turchino basta un minuto digitando il seguente link:  https://www.fondoambiente.it/luoghi/trabocco-sulla-spiaggia-del-turchino-a-marina-di-san-vito?ldc.