Operazione contro l’abuso di alcol: 9 patenti ritirate dalla polstrada

“No binge drinkers on Haighway” è questa il nome della maxi operazione di Polizia disposta dal Ministero e coordinata nella Provincia di Chieti dal Comandante della Polizia Stradale Fabio Polichetti con l’obiettivo di contrastare, in ambito autostradale, la guida in stato d’ebbrezza.

Intenso il dispositivo impiegato con ben 7 pattuglie della Polstrada di Chieti, Lanciano e Vasto, unitamente al personale medico e sanitario della Questura di Chieti per gli accertamenti relativi allo stato di alterazione da sostanze stupefacenti. Impiegata anche una pattuglia in borghese per controlli più approfonditi di polizia.

Il Comandante della Polizia Stradale Fabio Polichetti

I controlli si sono svolti a Francavilla, lungo la Statale e il lungo mare, ma in particolar modo nei pressi del casello autostradale di Dragonara con un obiettivo specifico: contrastare la guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di droghe per coloro che, dopo aver assunto tali sostanze, intendono prendere l’autostrada e pertanto affrontare un viaggio lungo e a velocità sicuramente più elevate.

In totale ben 9 sono state le patenti di guida ritirate in una sola notte di controlli per guida in stato di ebbrezza, altre infrazioni inoltre sono state elevate per guida con patente scaduta o mancanza di revisione.

In particolar modo, intorno alle ore 02.00, nei pressi della rotatoria di accesso all’autostrada, veniva intimato l’alt ad una autovettura con targa inglese, alla guida una donna che, invece di fermarsi, ha pensato di proseguire dritto per sfuggire ai controlli, scatta allora un breve inseguimento e la donna viene fermata nei pressi delle barriere del casello autostradale, sottoposta alla prova con l’etilometro è stato riscontrato un tasso di ben 0.62, è pertanto scattata la sospensione della patente di guida da 3 a 6 mesi, nonché, essendo un veicolo straniero, il fermo del veicolo per 60 giorni.

Inoltre, intorno alle ore 2.30, sempre nei pressi del casello autostradale, viene intimato l’alt ad un’altra autovettura, alla cui guida vi era un uomo di 42 anni il quale manifestava evidenti sintomi di assunzione di sostanze alcoliche, forti difficoltà motorie, sottoposto alla prova con l’etilometro è stato riscontrato un tasso alcolico più del doppio rispetto al limite consentito di ben 1.12 g/l.; ma la sorpresa è giunta quando ha dichiarato agli agenti della Polstrada di essere diretto nella Marche. Il suo viaggio si è concluso invece a Chieti, con la patente sospesa per oltre un anno e la denuncia all’Autorità giudiziaria

Patente ritirata anche ad un giovane neo-patentato scoperto alla guida, a Francavilla al mare,  con un tasso alcolico di 0.59 (per i neo patentati il limite è 0), per lui una sanzione di oltre 700 euro, la sospensione della patente di guida è la perdita totale dei punti sulla patente.

Controlli serrati della Polizia Stradale continueranno anche nei prossimi giorni e soprattutto nei week end con l’obiettivo di garantire livelli più elevati di sicurezza stradale.