Protezione Civile: gli Alpini di Lanciano si dotano di un nuovo mezzo

Con una cerimonia che si è svolta ieri mattina in Piazza Plebiscito, il Gruppo Alpini ‘Maurizio Rosato’, di Lanciano, ha presentato alla cittadinanza il nuovo automezzo fuoristrada che sarà in dotazione al Gruppo di Protezione Civile.

Alla manifestazione sono intervenuti il Sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, il Presidente della Sezione ANA Abruzzo, Pietro D’Alfonso, il Coordinatore della Protezione Civile della Sezione ANA Abruzzo, Antonio Iezzi, il Coordinatore del IV Raggruppamento Antonio Ciallella, Pietro Giancristofaro, Capogruppo degli Alpini di Lanciano e Roberto Di Martino, Capo Nucleo del Gruppo di Protezione Civile della Rosato.

Presente anche don Michelino Di Lorenzo, giorni fa aggredito, malmenato e derubato da un cittadino straniero mentre passeggiava tra Fossacesia Marina e Torino di Sangro. Il sacerdote ha impartito la benedizione al pick-up, in dotazione agli alpini frentani.

Il presidente regionale dell’ANA, D’Alfonso, ha sottolineato come sia cambiata negli ultimi la Protezione Civile nel nostro Paese, composta da volontari più formati, addestrati e preparati. Ma anche più responsabili. “La nostra Associazione è sempre presente ovunque c’è bisogno e la nostra organizzazione è tra le migliori nel Paese. Ma è anche pronta a trasformazioni per continuare ad essere efficiente. Sempre nel rispetto delle regole e dei ruoli: salvaguardare l’incolumità di coloro che si soccorrono è fondamentale ma lo è ancor di più quella degli stessi volontari. Lo sforzo che sta compiendo l’ANA va proprio in questa direzione – ha concluso D’Alfonso. 

Il Gruppo Alpini Lanciano

Il sindaco Pupillo ha posto l’accento sulla importante collaborazione tra l’Amministrazione comunale e il Gruppo Rosato, che negli anni è stata preziosa e proficua. Tra l’altro, di recente, è stata sottoscritta la convenzione tra il Comune di Lanciano e il Gruppo Alpini, che di fatto rafforza la cooperazione nel campo della Protezione Civile.

Il Gruppo Alpini di Lanciano fa parte del IV Raggruppamento Nazionale e nella ripartizione a livello regionale, è inserito nella VII Zona, la più numerosa d’Abruzzo, che conta 1361 ex alpini e 561 aggregati. La VII zona dispone di una colonna mobile, con tende, cucina da campo, unità cinofile, unità specialistiche come squadre di alpinisti-scalatori, per le emergenze idrogeologiche, per le comunicazioni e per l’uso dei droni, ambulanze e mezzi  e attrezzature di vario genere.

A Lanciano, gli iscritti all’ANA sono 120, di questi 24 operano nella Protezione Civile. Due volontari svolgono servizio militare e sono inquadrati nel Battaglione Taurinense, impegnato in missioni di pace in vari scenari internazionali.

Il Gruppo ha svolto corsi di formazione, programmati negli anni dall’ANA Nazionale e che hanno riguardano: comunicazioni radio; corsi antincendio boschivo; per uso dei droni; corso alpinisti; per l’uso dei mezzi in particolari condizioni ambientali; corsi per interventi in caso di alluvione o valanghe.

Il Gruppo Rosato ha operato nel terremoto a L’Aquila e nelle attività del campo di accoglienza di Paganica; in Emilia, nel 2012, prestando soccorsi e nel gestione del Campo Abruzzo di Cavezzo; nel 2016 e nel 2017, prima ad Amatrice e Accumoli, successivamente, nel campo allestito a Monreale. A Lanciano, ha fornito il proprio aiuto nelle emergenze causate dal maltempo negli ultimi anni.

Svolge servizio avvistamento e d’intervento incendi sul Gargano e nel nostro territorio.  Alcuni volontari sono abilitati per l‘Alto Rischio (certificazione rilasciata dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Chieti) grazie al quale possono prestare servizio in luoghi chiusi (teatri, cinema, discoteche, ecc).

Svolge incontri con gli studenti della città per lezioni di prevenzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *