Ritardo spostamento biblioteca e archivio storico. Il Comune risponde

Non si è fatta attendere la risposta dell’amministrazione comunale di San Vito Chietino in merito al nostro articolo relativo alle polemiche sul ritardato trasferimento della biblioteca e dell’archivio storico. A chiarire la questione è il consigliere delegato alla cultura, Sandro de Nobile.

«I locali destinatari dei due interventi, Palazzo Borga e l’ex municipio, – precisa de Nobile – sono stati lasciati nell’incuria più totale da diversi anni, cosa che ha reso più difficile il loro recupero ai fini pubblici. Allo stesso modo, una questione come quella dell’archivio comunale, da lustri preda di muffe e umidità, non è stata mai affrontata dalle precedenti amministrazioni, portando ad una situazione profondamente problematica». In merito all’archivio storico, il consigliere precisa che i locali sono stati svuotati dal materiale ivi ospitato, ripuliti e ripristinata la scala pericolante. «La settimana prossima – ha aggiunto de Nobile – verrà effettuato il trasloco e da allora San Vito avrà finalmente un archivio storico degno di questo nome, dove saranno consultabili gli atti precedenti il 1960. Sulla biblioteca comunale, invece, i locali sono stati svuotati dalla precedente occupazione e, grazie a “cittadinanza attiva” e al contributo di alcuni cittadini, ne sono stati ripristinati gli interni. Ora si sta provvedendo alla sistemazione del tetto, indispensabile per la salvaguardia del patrimonio. Contiamo quindi di ultimare il tutto entro l’estate. Avremo così una nuova biblioteca, un palazzo di nuovo utilizzabile ed una piazza rivitalizzata, ferma restando la futura possibilità di intervenire anche sulla facciata dell’edificio. Tutto ciò in poco più di un anno. Non mi sembra che, coi tempi della pubblica amministrazione, sia poco».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *