Appuntamenti in Abruzzo

 Un concerto speciale , organizzato dall’associazione di volontariato Ricoclaun, quello di sabato 30 giugno 2018, alle ore 18, con la “Mattioli Big Band” del liceo musicale Mattioli di Vasto, diretto dal Maestro Nicola Mariani, per creare un momento di spettacolo in un luogo insolito: il parcheggio interno dell’ospedale “ San Pio” di Vasto, per tutti, per i pazienti che possono scendere, per i loro familiari, per il personale sanitario, per la città tutta. Questo luogo, di solito adibito al parcheggio di auto, diventerà una piccola piazza per un grande concerto, nell’ambito del progetto Ricoclaun di Musica in Ospedale.  La Mattioli Big Band avrà la partecipazione di: Carosella Angelo al Sax Tenore, Colameo Matteo alla batteria, Tomeo Valentina al Sax Alto, Daniele D’Alessandro alla tromba, De Luca Paolo Maria al Sax Tenore, De Nadai Fabrizio alla Tromba, Di Penta Giovanni al Sax Baritono, Di Petta Emanuele al Sax alto, Fragasso Giuseppe al Pianoforte, Gizzi Antonio al trombone, Mariani Luigi alla tromba, Mariani Michele al Sax alto, Mignao Cristian alla tromba, Perrozzi Nicolò alla chitarra, Spagnoli Angelo alla tromba, Caruso Costanza alla voce, prof. Taresco Guerino al Basso. Il  programma musicale dei giovani musicisti del Mattioli prevede : The dok of the bay Otis redding, Gimme some lovin’Spenser Davis, When the saints go marghing in Naohiro Iwai, Something stupid Carson Parks, Can’t take my eyes off you Crewe Gaudio, I can’t turn you loose Otis Redding, Volare Modugno, Y.M.C.A. J. Morali, New York New York Kander. Ci saranno momenti simpatici con le gags Ricoclaun che regaleranno momenti di allegria e dulcis in fundo … alla fine è previsto lo spettacolo Ricoclaun dei Rimbalzi di gioia che regalerà momenti emozionanti con i palloni rimbalzanti donati da Maico di Vasto e i palloni giganti. Lo spettacolo è dedicato al Direttore Sanitario dr.ssa Rosanna Florio che nelle prossime settimane andrà in pensione. E’ un momento per ringraziarla della bella sinergia che si è creata in questi anni tra la direzione sanitaria e i tanti progetti Ricoclaun, in correlazione con il territorio. Un grazie speciale va anche alla preside del Polo Liceale Mattioli prof.ssa Maria Grazia Angelini sensibile all’espressione della musica anche in luoghi speciali di solidarietà come l’ospedale, al prof. Nicola Mariani che anche a fine anno scolastico, con tante difficoltà, è riuscito a motivare i ragazzi e a farli partecipare al concerto, ai giovani musicisti che con impegno e serietà doneranno della buona musica , una musica che viene condivisa in un ambiente sonoro arricchito, con momenti privilegiati di piacere e di emozione, nel corso dei quali il peso della malattia e dell’ospedalizzazione è messo tra parentesi.

Samsara Beach Party allo Stadio del Mare” di Pescara

Tutto pronto per il secondo appuntamento con il Samsara Beach Party, il format salentino che fa ballare migliaia di giovanissimi in spiaggia e che prenderà vita domani dalle ore 18 allo Stadio del Mare, dietro la Nave di Cascella. Un evento che si svolgerà in piena tranquillità e con alcuni accorgimento per la sicurezza, richiesti dal tavolo interforze sull’ordine pubblico, perché il divertimento scorra senza problemi com’è accaduto fino ad oggi per ogni evento organizzato. Sono attesi migliaia di giovanissimi, queste le aspettative, soprattutto alla luce dei numeri dello scorso anno che hanno visto radunarsi oltre 5.000 giovani arrivati da dentro e soprattutto da fuori l’Abruzzo. Dalle 18 di domani comincerà l’animazione con i dj set di Staff Energie, La Foule e Dj Sandy che si alterneranno sul palco con Max Baccano e Marco Giorgino, i motori del Samsara che ogni anno porta nel cuore del Salento migliaia di persone da tutta Italia”.

“Le stagioni del mare. Dalla rete al piatto” in provincia di Chieti

Valorizzare il pesce locale di stagione e recuperare le tradizioni culinarie del mare proponendo menù a prezzi vantaggiosi in abbinamento a vini di qualità. E’ questo l’obiettivo della manifestazione “Le stagioni del mare. Dalla rete al piatto” che si svolgerà dal 3 all’8 luglio e coinvolgerà 23 ristoranti della provincia di Chieti. L’iniziativa è promossa dal Flag Costa dei Trabocchi in sinergia con Slow Food Lanciano, Confcommercio, Confesercenti, con il coinvolgimento attivo degli  operatori della ristorazione e degli imprenditori ittici, e gode della sponsorizzazione dell’azienda Codice Citra con i vini della linea FERZO WINES. Il progetto è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Parco dei Priori a Fossacesia dal presidente del Flag Costa dei Trabocchi Franco Ricci, dal responsabile della comunicazione di Slow Food Abruzzo-Molise e consigliere del Flag Raffaele Cavallo e dal presidente di Codice Citra Valentino Di Campli, alla presenza del sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio, del presidente provinciale di Confcommercio Marisa Tiberio e del direttore provinciale di Confesercenti Simone Lembo.  L’iniziativa consiste nella realizzazione di specifici menù dedicati alla valorizzazione del pescato e al recupero di tradizioni gastronomiche marinare della Costa dei Trabocchi, proposti durante 4 settimane, una per ogni stagione. La prima settimana sarà, dunque, quella dedicata all’estate 2018 a cui faranno seguito altre tre edizioni in programma nei prossimi autunno e inverno 2018 e a primavera 2019. Le ricette proposte saranno poi raccolte e pubblicate in un opuscolo di 64 pagine contenente anche la descrizione e le caratteristiche dei pesci utilizzati.  Il progetto “Le stagioni del Mare. A tavola con il pescato locale” costituisce parte integrante dell’Azione 1.A.4 “Il mercato del mare – Rete di pescatori a miglio 0 – Azioni di marketing della filiera breve in rete” che prevede il sostegno ad investimenti realizzati direttamente dal Flag per sviluppare azioni di marketing realizzate in rete dagli operatori della pesca. L’elenco di tutti i ristoranti aderenti all’iniziativa e i relativi menù proposti sono disponibili sul sito internet www.lestagionidelmare.it

Pescara capitale dell’arte contemporanea

Ci sono quadri che puoi guardare interagendo con i personaggi dipinti, o fotografie da osservare mentre una voce narrante te ne racconta la storia. Dal 1 al 5 luglio, Pescara diventa capitale dell’arte contemporanea con la mostra itinerante “MiraBanART Showcase”, evento dedicato alla pittura, alla fotografia e all’arte digitale, che parte proprio dall’Abruzzo (Pescara è la città-pilota) e fino a novembre 2018 toccherà le città di Roma, Firenze, Milano, Bologna e Torino. La mostra (vernissage 1 luglio, ore 16, Circolo Aternino, corso Manthonè) si propone di reinventare il rapporto fra pubblico ed esposizione tradizionale, secondo la formula “l’arte in transizione”: una stessa opera che viene riprodotta attraverso più forme d’arte (ad esempio, pittura e fotografia o pittura e video) in una sorta di commistione tecnica e semantica. E in questa nuova concezione di arte, il dipinto personificato racconta se stesso, la sua origine, il suo autore. Trentadue le opere esposte, realizzate da artisti provenienti da Francia, Cile, Corea del Sud, Stati Uniti e Italia: lo stile è contemporaneo con influenze neoclassiche, astrattiste e surrealiste (Clovis Pareiko, Anais Desmond, Carlos Eguiguren, Blond Jenny, Jay Manari).

“Officina L’AQUILA, incontri internazionali”

Un programma fitto d’incontri per i 30 giornalisti della stampa estera che domani saranno all’Aquila, ospiti di “Officina L’Aquila”, che si aggiungono ai 25 già ospitati nella sezione di maggio nell’ambito della manifestazione organizzata da Carsa srl in collaborazione con ANCE Abruzzo, insieme ad ANCE L’Aquila, ANCE Chieti, ANCE Pescara, ANCE Teramo. Il primo appuntamento è alle 10. Si parte con la visita al Palazzo dell’Emiciclo accompagnati dall’architetto Lucio Zazzara e dall’artista Franco Summa; a seguire ci sarà un incontro alle 11 al Parco del Sole con l’artista americana Beverly Pepper e alle 12 appuntamento al rettorato del Gran Sasso science institute (Gssi) con la prorettrice Alessandra Faggian; alle 14:30 visita ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso. Architettura, ingegneria, arte, scienza e la seconda università dell’Aquila la proposta per gli ospiti internazionali. Innanzitutto, la visita al Palazzo dell’Emiciclo, un progetto di restauro e recupero con caratteristiche antisismiche molto innovative. Il manufatto è stato sollevato e appoggiato su “ammortizzatori” (61 dispositivi di tipo elastomerico e 47 appoggi scorrevoli) per isolarlo dal suolo e proteggerlo da nuovi, eventuali terremoti. A queste caratteristiche innovative da un punto di vista antisismico e ingegneristiche si aggiunge «la magnifica vetrata artistica – opera del maestro Franco Summa – che con la maestosità della sua policromia e delle sue proporzioni oggi esalta lo spazio dell’antica Chiesa del Convento, attribuendole il valore di spazio centrale adatto a qualunque manifestazione collettiva o culturale, come una piazza coperta dentro il Colonnato». Il secondo appuntamento è con l’artista americana Beverly Pepper e del suo lavoro che rientra nel progetto “Nove Artisti per la Ricostruzione”, proposto dal critico d’arte Roberta Semeraro al Comune dell’Aquila nell’anno 2010, in seguito al dibattito apertosi alla Biennale d’Architettura del 2009. Il progetto, che rientra nel programma complessivo di recupero e riqualificazione del Parco del Sole (di proprietà del Comune dell’Aquila) sostenuto da Eni e con la direzione artistica della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, nella sua fase organizzativa si è avvalso di un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio dell’Aquila e dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia. Al sopralluogo con l’artista Pepper saranno presenti il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e l’assessore all’Ambiente Emanuele Imprudente. Alle 12 si terrà l’incontro con la prorettrice del Gssi, Alessandra Faggian per illustrare il percorso virtuoso di quella che è la seconda università dell’Aquila che in pochi anni è diventata un’eccellenza della formazione in Italia e nota in tutto il mondo. Nel pomeriggio la visita guidata ai Laboratori nazionali del Gran Sasso, operativi dal 1987 e centro di ricerca sotterraneo più grande del mondo. I giornalisti accreditati e che parteciperanno al tour provengono da tutto il mondo: Stati Uniti, Taiwan, Russia, Brasile, Colombia, Iran, Pakistan, Germania, Spagna, Serbia, Polonia, Scozia, Croazia, San Marino. A ricevere e accompagnare i giornalisti il coordinatore di “Officina L’Aquila” Roberto Di Vincenzo e il direttore editoriale di Carsa, Oscar Buonamano.

Concerto Jazz del Conservatorio di Musica ‘Braga’ per l’Open Day Summer – Festa del Mare

Sarà il Conservatorio Statale di Musica ‘G.Braga’ di Teramo il protagonista assoluto dell’appuntamento con l’Open Day Summer – Festa del Mare Abruzzo, che prenderà il via domani, sabato 30 giugno, alle 19.30 a Giulianova, lungo la banchina del porto. I riflettori si accenderanno sul Concerto Jazz, con un repertorio ricchissimo che farà rivivere le note più classiche di Cole Porter e Duke Ellington, accanto a una giovanissima versione del pop Stevie Wonder. L’appuntamento di domani rappresenta un riconoscimento istituzionale di assoluta autorevolezza per il Conservatorio ‘Braga’ che ha visto inserire il proprio evento nel ricco calendario degli Open Day Summer istituiti dalla Regione Abruzzo e che vede, per l’occasione, il patrocinio anche dell’Hadriatica Spirit e dell’EntePorto di Giulianova, la città costiera che ospita, nel palazzo Kursaal, il secondo plesso del Conservatorio di Teramo. Peraltro il Concerto, organizzato nell’ambito delle celebrazioni per i 123 anni dalla Fondazione del Conservatorio stesso, rappresenta una preziosa occasione per ‘uscire’ fuori dai confini e portare la musica e le professionalità dell’Istituzione musicale sul mare. Ricco il cartellone dei brani che verranno proposti domani: si partirà alle 19.30 e il debutto spetterà alla Classe di Chitarra diretta dal docente Maestro Luigi Candelori, con i brani ‘Night and day’ di Cole Porter, ‘Blue Bossa’ di Kenny Dorham, ‘Satin Doll’ di Billy Strayhorn e Duke Ellington, ‘Sunny’ di Bobby Hebb e ‘Bluesette’ di Toots Thielemans, eseguiti dal quartetto composto da Riccardo Di Bonaventura, Angelo Di Emanuele, Francesco Mascaro e Samuele Palucci. Seguirà il primo Gruppo di musica d’insieme diretti dalla docente, Maestro Alessia Martegiani. A eseguire i brani ‘Norwegian Wood’ e ‘Because’ dei Beatles saranno le voci di Aurora Aprano, Chiara Durante, Valeria Mancini e Benedetta Sisino, accompagnate da Francesco Mascaro alla chitarra, Matteo Gervasini al Piano e Stefano Monti alla Batteria; la stessa formazione musicale accompagnerà il ‘Corcovado’ di Antonio Carlos Jobim e ‘Manha de Carnaval’ di Luiz Bonfà e Antonio Maria, eseguiti dalle voci di Aurora Aprano, Chiara Durante, Serena Lo Cane, Valeria Mancini e Benedetta Sisino. Terzo step con la Musica d’Insieme diretta dal docente Maestro Claudio Marzolo, con l’esecuzione di ‘Ruote 66’ di Bobby Troup, ‘Blue Train’ di John Coltrane e ‘Autumn Leaves’ di Yves Montand, con le chitarre di Riccardo Di Bonaventura e Angelo Di Emanuele, le voci di Sabina Di Paolantonio e Chiara Durante, la batteria di Simone Di Marco, il basso di Genesio Massimini, Matteo Gervasini al piano ed Emanuele Graziano e Leonardo Svizzero al Sax. Il Concerto proseguirà con la Classe di Batteria, diretta dal docente Maestro Davide Ciarallo, con il brano ‘Samourai’ eseguito da Matteo Checchia, Simone Di Marco, Tommaso Di Simone, Stefano Monti e Fabrizio Pagliaro. Quinto gruppo di Musica d’insieme diretto dal docente Maestro Toni Fidanza che eseguirà la famosissima ‘Fly me to the moon’ di Bart Howard, portata al successo dalla versione di Frank Sinatra, ‘The Secret life of plants’ di Stevie Wonder, ‘All of me’ di Gerald Marks e Seymour Simons e, infine, ‘Spain’ di Chick Corea: sulla scena le voci di Siria Cialini, Sabina Di Paolantonio, Serena Lo Cane e Valeria Mancini, il sax di Emanuele Graziano, Jacopo Sorgentone e Leonardo Svizzero, il piano di Davide Rasetti, la chitarra di Riccardo Di Bonaventura, il basso di Genesio Massimini e la batteria di Matteo Checchia.

La chiusura dell’evento sarà affidata al Gruppo musica d’Insieme diretto dal docente Maestro Gianluca Caporale: saranno eseguiti i brani ‘Work Song’ di Nat Adderley, ‘Red Clay’ di Freddie Hubbard, ‘Moanin’ di Bobby Timmons e ‘The Sidewinder’ di Lee Morgan, con il Sax di Emanuele Graziano, Stefano Luciani, Jacopo Sorgentone e Leonardo Svizzero, le chitarre di Francesco Mascaro e Samuele Palucci, il contrabbasso di Genesio Massimini e la batteria di Stefano Monti e Fabrizio Pagliaro.