Ritrovata a San Vito Chietino la statua del Cristo degli abissi

Ritrovata a San Vito Chietino la statua del Cristo degli Abissi. La bellissima notizia è stata data da Ivano Fassiotti, amministratore su Facebook del gruppo “Noi costa dei trabocchi”. La scultura bronzea, trafugata lo scorso 4 giugno, è stata casualmente rinvenuta nelle prime ore di questa domenica mattina da Luigi Morgione, pescatore di Lanciano, nei pressi della scogliera situata di fronte allo stabilimento balneare Esperia. La statua è in buone condizioni. Sono stati subito avvisati i carabinieri della locale stazione che hanno dato l’autorizzazione a riportare in superficie l’opera d’arte e a custodirla provvisoriamente presso il suddetto stabilimento balneare. La scultura in bronzo, posta a 6-7 metri di profondità, alta 80 centimetri e del peso di 15 chili, era stata realizzata dallo scultore Vito Pancella. Ad accorgersi del furto furono i sub dell’associazione subacquea “Orsa Minore” di Lanciano, che si erano  recati nei fondali marini per le consuete operazioni di pulizia e manutenzione ordinaria. Con sgomento, però, constatarono che la statua era stata trafugata. L’associazione condannò l’esecrabile gesto che colpì tutta una comunità locale, privata di quello che è non solo un simbolo religioso, ma anche un’occasione di incontro e festeggiamento annuale con la tradizionale fiaccolata in mare che si svolge ogni anno la prima domenica di agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *