Appuntamenti in Abruzzo

Dopo la vittoria, a dicembre 2017, del prestigioso Premio Nazionale “Salva la tua lingua locale” con tre componimenti inediti in dialetto frentano, un altro ambito riconoscimento giunge a coronare la carriera artistica di Marcello Marciani. Il poeta lancianese, infatti, si è aggiudicato il secondo posto alla XXXI edizione del Premio letterario Nazionale “Giuseppe Malattia della Vallata” con la poesia in dialetto “A Serge, frateme”. La cerimonia di premiazione si è svolta a Barcis, in provincia di Pordenone, il 15 luglio scorso. Vincitrice del concorso è stata la poetessa catanese Saragei Antonini, mentre al terzo posto si è classificato Maurizio Noris di Albino (Bergamo). Fondato nel 1988, il Premio letterario “Giuseppe Malattia della Vallata” per questa edizione è stato dedicato esclusivamente alle poesie nei dialetti italiani e nelle lingue minoritarie, inedite o edite e mai premiate in altri concorsi. Poco meno di 200 i partecipanti, provenienti da quasi tutte le regioni italiane, a testimoniare che il dialetto è una lingua ancora viva e pulsante in tutta la penisola. Inoltre, nell’ambito del Premio letterario “Giuseppe Malattia della Vallata” è nato da quest’anno il “Premio Pierluigi Cappello”, in ricordo del poeta friulano scomparso lo scorso ottobre, che da alcuni anni era anche componente della Giuria del Premio. Marcello Marciani è nato e risiede a Lanciano (CH). Ha pubblicato: “Silenzio e frenesia” (Quaderni di “Rivista Abruzzese”, Lanciano 1974), “L’aria al confino” (Messapo, Siena-Roma 1983), “Body movements”, con traduzione inglese a fronte di Amelia Rosselli (Gradiva Publications, Stony Brook-New York 1988), “Caccia alla lepre” (Moby DicK, Faenza 1995), “Per sensi e tempi” (Book, Castelmaggiore 2003), “Nel mare della stanza” (LietoColle, Faloppio 2006), “La corona dei mesi” (LietoColle Faloppio 2012), “Rasulanne” (Cofine, Roma 2012) e, infine, “Monologhi da specchio” (Robin, Torino 2017). Suoi testi in dialetto frentano sono stati eseguiti negli spettacoli Mar’addó’ (1998-1999) e Rasulanne (2008/ 2012), dove ha partecipato anche come attore. Dal 1988 al 2008 è stato segretario organizzatore del Premio Nazionale di Poesia in Dialetto “Lanciano-Mario Sansone”. Ha ricevuto diversi premi, fra cui: Gabicce Mare, Matacotta, Nelle terre dei Pallavicino, Noventa-Pascutto, Pandolfo, Penne, Ischitella-Pietro Giannone, Salva la tua lingua locale. È presente in riviste e antologie italiane e statunitensi con componimenti in italiano e in dialetto.

Pat Metheny a Pescara

Grandissima attesa per il ritorno a Pescara dopo otto anni di uno degli artisti più amati dal capoluogo adriatico, Pat Metheny: il grande chitarrista sarà in concerto il 24 luglio al Teatro D’Annunzio di Pescara. L’evento è inserito all’interno del PeFest nel cartellone del Pescara Jazz fuori abbonamento ed è promosso dall’Ente Manifestazioni Pescaresi in collaborazione con Alhena Entertainment e Ventidieci. Ancora disponibili gli ultimissimi biglietti per assistere ad un grandissimo spettacolo. Ad accompagnare Pat Metheny sarà una formazione di assoluta eccellenza: il suo  storico batterista Antonio Sanchez, la giovane bassista malesiana Linda May Han Oh ed il pianista inglese Gwilym Simcock.

Voltigno trail centre aVilla Celeria

Appuntamento domani domenica 22 luglio in località Pantano a Villa Celiera (Pe) per la presentazione del Voltigno trail centre, progetto a cura dello Sci club Villa Celiera. Un’idea cullata da tempo che diventa realtà, per un’offerta turistica, sportiva e per il tempo libero da vivere in tutte le stagioni, in mountain-bike o per escursioni a piedi, fino allo sci da fondo e le ciaspole. Con proposte per tutti, dalle famiglie ai più esperti. Il progetto vede capofila lo stesso comune di Villa Celiera e coinvolge i comuni nella provincia di Pescara come Farindola, Civitella Casanova, Carpineto della Nora, Montebello di Bertona e in provincia dell’Aquila, quali Castel del Monte, Ofena, Villa Santa Lucia, fino al parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga. Il programma della giornata di domenica 22 luglio prevede il ritrovo fra le 8 e le 9,30 in piazza Nuova a Villa Celiera e trasferimento in località Pantane, con cerimonia inaugurale alle 9,45. Seguono le escursioni a piedi e mountain-bike, entrambi con diversi livelli di difficoltà. Per i più piccoli, circuito con gimkana in mountain-bike. Alle 13 apertura stand gastronomici e la festa prosegue poi dal pomeriggio in piazza a Villa Celiera, con il patrocinio del Comune. Un sentiero dunque che si estende per un anello di ottanta chilometri totali. Il percorso è curato dai responsabili dello Sci club Villa Celiera e segnalato con cartellonistica dedicata, realizzata per l’occasione. Gli stessi sentieri saranno finalmente mantenuti nel tempo, in maniera costante, grazie al progetto Voltigno trail centre, così da garantirne la fruizione. Un paesaggio dalle molteplici proposte, questo, dalla piana ai boschi, fino ai ruscelli, fra discese e salite, tutto da godere in bici, a piedi, con gli sci da fondo e con le ciaspole. Ambienti diversi in tutte le stagioni. Per gli escursionisti i servizi prevedono la possibilità di pernotto, pranzo e cena nella Locanda del Voltigno, bike parking e lavaggio, noleggio bici, sci da fondo e ciaspole, mappe dei sentieri, fino alla guida per le pedalate e le escursioni. Anche scuola mtb e sci. Pronto anche il casotto all’inizio del sentiero, con in più una mappa permanente che indica i sentieri. La struttura, che attendeva sistemazione da tempo, il fine settimana sarà un punto di riferimento per tutti gli appassionati.

A Manuel Vitali il premio miglior film a CinemadaMare di Vasto

Il cortometraggio “La tecnica della scimma”, del giovane regista italiano, Manuel Vitali, si aggiudica il premio di miglior film della sesta tappa di CinemadaMare, a Vasto. Nel corso della serata finale, nel cortile di Palazzo d’Avalos, sono stati inoltre assegnati dallo Staff della Manifestazione i seguenti premi speciali: miglior fotografia all’uruguaiano Julian Nogues, per il film “Burn my tears”, del connazionale Ignazio Revello. Miglior montaggio a Laura Gomez, dalla Spagna, e Diana Petrova dalla Bulgaria, per il film “Yvwol oeatuov”, che ha firmato anche la regia. Il premio per la miglior produzione è andato invece alla keniana Rachel Ellenar, per il film di Diana Petrova. La statunitense Isez ha vinto invece il premio come miglior attrice, per il film “Who am I”, della regista pakistana Saira Mansoor. Il premio al miglior film è stato assegnato dai voti espressi dagli stessi cineasti che partecipano al raduno cinematografico internazionale. Davanti ad un folto pubblico che ha assistito alle proiezioni, il direttore della kermesse, Franco Rina, ha ringraziato per la collaborazione offerta ai filmmakers per la realizzazione dei loro cortometraggi gli abitanti di Vasto, l’amministrazione comunale, il sindaco e l’assessore al turismo. A Vasto oltre alle proiezioni serali, di alcune pellicole d’autore, e dei cortometraggi che partecipano al concorso principale del Festival (Main Competition), dove il pubblico esprime ogni sera il proprio voto a favore del corto da far accedere alle fasi finali, CinemadaMare ha proposto ai suoi partecipanti, nell’ambito delle attività formative della Manifestazione, un workshop con il regista polacco di fama mondiale, Krzysztof Zanussi, che, dopo aver incontrato il pubblico lunedì scorso a Palazzo d’Avalos,  ha incontrato i giovani filmmakers per una lezione sulla cinematografia contemporanea. Durante la settimana di permanenza in città gli 80 giovani cineasti, provenienti da circa 40 Paesi diversi, che finora si sono uniti alla carovana cinematografica, hanno realizzato 17 cortometraggi. Dopo la tappa di Vasto, CinemadaMare prosegue il suo tour in Basilicata, a Maratea. In tutto sono 13 le tappe del 2018, attraverso 9 regioni italiane. Come ogni anno anche questa  edizione si concluderà al Lido di Venezia (dal 3 al 9 settembre), in concomitanza con il Festival d’Arte cinematografica. 

LancianoEstate 2018

Si presenta ricco di eventi il cartellone di LancianoEstate 2018. Entra nel vivo con gli appuntamenti della settimana dal 22 al 29 luglio il calendario delle manifestazioni estive, che ha avuto un prologo a partire dalla prima settimana di luglio con i Giovedì del Gusto e le varie iniziative in programma, tra cui il percorso “Sulle tracce della Città Antica” promosso dall’associazione Amici di Lancianovecchia che attraverso una card turistica consente di visitare i principali siti storici del quartiere più antico di Lanciano ogni giorno dalle 16 alle 18 fino a settembre. Domenica 22 alle 17.30 appuntamento con il teatro all’aperto La Pecora Nera (via Costa di Chieti) con “Passeggiata sul Trutturo”; alle 21.30 nella cornice meravigliosa di Piazza d’Armi delle Torri Montanare, dove sono terminati i lavori di manutenzione straordinaria delle mura perimetrali e di messa in sicurezza secondo le recenti norme, l’associazione Amici della Musica Fedele Fenaroli proporrà il suggestivo e atteso concerto dell’Orchestra Sinfonica Giovanile “Suoni riflessi – musica tra aria, acqua e terra”, con la direzione di Paolo Angelucci, solista Michele Di Toro, musiche di Chopin e Beethoven (posto unico 10 euro). Martedì 24 luglio alle 17 Musica in Gioco al Polo Museale Santo Spirito con la cooperativa Il Pensiero, per bambini dai 3 agli 11 anni con la pianista Sara Galassi (ingresso 5 euro). Dal mercoledì 25 luglio a sabato 4 agosto, nel Parco Villa delle Rose, appuntamento con lo sport per adulti e bambini in occasione della nona edizione del Pepe Village. Giovedì 26 luglio sarà la volta del terzo appuntamento con i tradizionali e consolidati Giovedì del Gusto e dello Shopping, manifestazione pilastro dell’estate lancianese giunta all’ottava edizione: in Corso Roma e Via dei Frentani appuntamento con la cena a tema #LaPanteraRosa (dress code: pink) sotto le stelle di Taste of Lanciano. Dalle 21.30 esibizione in piazza Plebiscito di diversi gruppi musicali a cura del Paese della Musica. Alle 21 “Chiese aperte di notte”nella Chiesa di San Biagio e della Santa Croce, a cura dell’associazione La Santa Casa con visita guidata di Domenico Maria del Bello. Venerdì 27 in Largo San Giovanni I Pops in concerto, sabato 28 alle 21.30 Raffaele Pallozzi Trio in concerto sulla terrazza di San Biagio nell’ambito della rassegna Luglio in Jazz dell’Ass. Amici di Lancianovecchia; alle 22.30 concerto degli Opposite Crew per la rassegna Outside the Theatre Festival in via dei Frentani, davanti il Teatro Fenaroli. Domenica 29 luglio al Teatro La Pecora Nera, Ivano Capocciama: Padrepio alle ore 19. Alle 21.30 in Piazza d’Armi Torri Montanare l’Orchestra Sinfonica Giovanile “F. Fenaroli” diretta da Massimiliano Caldi darà vita al concerto “L’Amore nella Tragedia, nel Racconto e nel Mito” con musiche di Gluch, Bellini, Tchaikovsky (posto unico 10 euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *