Il marchio Iper lascia l’Abruzzo

L’Iper lascia l’Abruzzo. La catena della grande distribuzione presente a Città Sant’Angelo, Ortona e Colonnella, in provincia di Teramo, ha ceduto in affitto il ramo d’azienda al Conad.

Iper, marchio del gruppo FINIPER, che ha in tutto 25 ipermercati, la gran parte in Lombardia e nel nord Italia, ha comunicato la sua decisione. La notizia arriva dalla Cgil-Federazione Italiana dei Lavoratori del Commercio, Alberghi, Mense e Serivizi. Il sindacato parla di duro colpo per l’occupazione, circa 600 unità in Abruzzo. “Non si tratta di un semplice affitto di ramo d’azienda ma di una operazione più complessa che dimostra la volontà di abbandonare i negozi del centro-sud Italia, anche perché contestualmente verranno ceduti i punti vendita nelle Marche – dichiara in una nota la Cgil Filmcans -. La nostra preoccupazione scaturisce dal fatto che Conad Adriatico non ha più gestioni dirette sul nostro territorio, ma affida la conduzione dei punti vendita a imprenditori locali. L’operazione – sottolinea la sigla sindacale – è stata condotta in gran segreto mentre era in atto un confronto a livello nazionale e nello stesso momento in cui all’Iper di Città Sant’Angelo era in corso la trattativa per la gestione dell’esubero di 32 lavoratori. Tutta la trattativa è stata gestita senza che la società Iper Montebello, di cui l’Iper di Città Sant’Angelo fa parte, informasse le associazioni sindacali delle proprio intenzioni e si è conclusa con l’accettazione, da parte della quasi totalità dei lavoratori, di una riduzione definitiva degli orari di lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *