Vasto, sequestrato un quintale di pesce non commestibile

Sequestrato un grosso quantitativo di pesce, vongole e mitili, circa 110 Kg di prodotto non tracciato e di dubbia provenienza. L’operazione è frutto di collaborazione e scambio di informazioni tra le Forze di Polizia Stradale e la Capitaneria di Porto di Vasto

Nello specifico, durante i controlli sul territorio la pattuglia autostradale della sottosezione tra Polizia Stradale di Vasto Sud effettuava alcune verifiche su un furgone. Nell’ispezionare il carico del veicolo, gli agenti accertavano la presenza a bordo di un importante quantitativo di pescato. Veniva quindi richiesto il supporto di personale specializzato dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto che interveniva con la propria pattuglia ed accertava l’effettiva assenza di documentazione idonea a garantire la genuinità del prodotto ittico.

Si procedeva pertanto al sequestro dell’intero carico di pesce ed a sanzionare il detentore, un pugliese di 46 anni, per le violazioni alle normative comunitarie e nazionali in materia di tracciabilità con la sanzione di 1.500,00 euro.

Si aggiunge che a seguito dell’ispezione del veterinario dell’Asl competente, l’intero quantitativo di pescato veniva dichiarato non commestibile e pertanto veniva destinato alla distruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *