Rocca San Giovanni, furto nella chiesa di di San Matteo apostolo

Furto sacrilego la notte scorsa nell’antica chiesa parrocchiale di San Matteo apostolo a Rocca San Giovanni, dove ignoti, dopo aver rotto la porta laterale del tempio, sono entrati e hanno trafugato le corone d’argento appartenenti a tre statue delle Madonna, il velo e il paramento in oro zecchino dell’Addolorata. Rubati anche diversi paramenti sacri. I balordi hanno inoltre danneggiato alcune statue di santi e trafugato oggetti in oro. A scoprire quanto accaduto è stato don Vittorio Di Domenicantonio, parroco da quasi trent’anni del centro costiero, che ha immediatamente chiamato i carabinieri della Compagnia di Ortona che stanno indagando per tentare di risalire agli autori del furto. La chiesa, situata nella centralissima piazza dell’antico borgo, è comunque dotata di sistema di videosorveglianza. La chiesa, qualche anno fa, era stata già oggetto di profanazione. All’epoca sconosciuti gettarono escrementi sul pavimento e sull’altare provocando indignazione e condanna da parte della popolazione roccolana.

«A mio avviso – ha commentato il sindaco di Rocca San Giovanni, Gianni Di Rito – il furto ha più una valenza religiosa che di mercato. Resta comunque un gesto grave ed incivile al di là del valore commerciale degli arredi sacri rubati».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *