Fossacesia, raccolta di firme contro il senso unico su viale San Giovanni in Venere

L’idea prospettata dal sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, relativa al senso unico che vorrebbe istituire su viale San Giovanni in Venere per il traffico veicolare, fa infuriare gli abitanti della zona che nei giorni scorsi hanno avviato una raccolta di firme per fermare la paventata iniziativa proposta dal primo cittadino del centro costiero. Iniziativa che, a detta dei firmatari dell’istanza, se concretizzata, si rivelerebbe inutilmente dispendiosa e tutt’altro che risolutiva del problema, con l’unica conclusione che agli attuali disagi se ne aggiungerebbero altri.

«L’istituzione di un senso unico di marcia – si legge nella nota dei firmatari del documento – non è per nulla adatto a porre fine alla situazione di pericolo che si è venuta a creare su viale San Giovanni in Venere, anzi l’iniziativa provocherebbe, in via definitiva, maggiori disagi ai residenti della zona e alla circolazione dei tanti frequentatori di un sito culturale e turistico di grande valore».

A detta dei promotori della petizione, la proposta del sindaco Di Giuseppantonio, oltre a non essere risolutiva della ormai insostenibile situazione in cui versa il suddetto viale, costringerebbe le tante famiglie che risiedono in quella zona ad affrontare ogni volta lunghi e tortuosi percorsi alternativi, con evidente dispendio di costi e tempo. L’auspicio è quindi che il sindaco prenda in considerazione l’istanza interessando in ogni caso tutte le altre autorità e i vari enti competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *