Relazione dei tecnici del Mit: viadotti A24 e A25 non sicuri. E si pensa a limitare il traffico pesante

Sono 153 ponti e viadotti sull’autostrada che unisce Abruzzo e Lazio e di questi 13 sono gli osservati speciali per il degrado del calcestruzzo e del ferro, sulla sicurezza dei quali è scattato l’allarme dopo le denunce di cittadini, associazioni e delle stesse istituzioni. 54 le gallerie, di queste alcune andrebbero ristrutturati. 

Viadotti della Strada dei Parchi non sono sicuri, per questo motivo il Ministero delle Infrastrutture ha deciso di limitare il traffico.

Il documento è stato inviato poco fa anche ai Prefetti delle zone interessate e arriva dopo varie ispezioni. La decisione dopo la relazione dell’Ufficio ispettivo territoriale di Roma del Mit, secondo il quale allo stato alcuni dei viadotti della A24-A25, non sarebbero sicuri.

“Le verifiche di sicurezza strutturali eseguite, sia sulle pile che sui viadotti, hanno restituito risultati molto esigui in termini di coefficiente di sicurezza – viene evidenziato nel dossier -. Il decadimento manutentivo riscontrato – si sottolinea -, associato all’incremento dei carichi di esercizio rispetto all’epoca di costruzione, è tale da non poter dimostrare il raggiungimento di adeguato standard di sicurezza con il regolare transito della circolazione”. Per questo il Mit chiede, tra le altre cose, alcune limitazioni al traffico, soprattutto pesante.

Il ministro Danilo Toninelli, ha scritto una lettera alla concessionaria Strada dei Parchi, nella quale si chiede di “individuare le condizioni di traffico che si possono esercitare sulle opere, in condizioni di sicurezza. “Particolare attenzione dovrà essere posta nella regolamentazione del traffico dei veicoli pesanti, che come dimostrato nelle verifiche di sicurezza, inducono sollecitazioni critiche specialmente agli impalcati e alle solette”.

Su 8 viadotti, come dimostrato nelle verifiche di sicurezza, inducono sollecitazioni critiche specialmente agli impalcati e alle solette. Inoltre, si segnala anche “la precaria condizione di stabilità accertata in corrispondenza della frana di Roviano e della frana di Arsoli, per le quali non si ritiene procrastinabile l’intervento di messa in sicurezza dei rispettivi versanti”. 

La relazione ricorda infine che lungo la Strada dei Parchi sono presenti 14 gallerie per cui sussiste un obbligo di adeguamento entro il 30 aprile 2019. Secondo i tecnici del Mit è verosimile che per la scadenza le autostrade A24 e A25 non saranno in regola con l’obbligo normativo e dunque dovranno essere individuati provvedimenti legislativi appropriati per mantenere in esercizio la strada. “In caso contrario – conclude il documento – potrebbe essere necessario interdire al traffico le tratte autostradali interessate dalle gallerie”.

Dunque, dopo l’allarme sulla sicurezza lanciato le scorse settimane dal ministro Toninelli, ora arriva la relazione degli uffici tecnici del Mit, secondo cui la A24-A25 non ha standard di sicurezza adeguati e per questo va limitato il traffico dei mezzi pensanti. Ma la concessionaria Strada dei Parchi non ci sta e a sua volta, dopo le prime repliche, ora manda al ministero una diffida per lo sblocco dei fondinecessari ai lavori sui viadotti, nella quale si chiede di «voler adottare senza ulteriore indugio e comunque non oltre 5 giorni ogni atto autorizzativo teso a consentire l’avvio dei lavori urgenti o comunque ritenuti necessari, con ogni conseguente assunzione di responsabilità in caso di ulteriori ritardi e/o espresso diniego».

Gli osservati speciali sono i viadotti che si trovano sugli svincoli per Bussi e Tornimparte e Casale San Nicola, frazione di Isola del Gran Sasso, all’altezza dell’accesso del traforo del Gran Sasso sul versante teramano, il viadotto di San Giacomo, a L’Aquila, Pietrasecca, a Carsoli, il viadotto Gole di Popoli, il tratto della stessa autostrada che collega Pratola Peligna a Cocullo.

Intanto Rfi ha reso noto che per una serie di accertamenti tecnici a un viadotto autostradale che sovrasta i binari, dalle 10.55 di oggi la circolazione ferroviaria è stata sospesa fra Anversa e Cocullo, sulla linea Sulmona-Avezzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *