Abruzzo, lo Snals denuncia: “Scuola in abbandono nella nostra regione”

Lo Snals Abruzzo denuncia il disinteresse delle istituzioni politiche per la scuola. Un fatto grave che ha avuto il suo epilogo nelle ultime ore. Questi i fatti che sono incontrovertibili.

Nella mattinata di ieri, 18 ottobre, era stato convocato dall’Assessore all’Istruzione Marinella  Sclocco, il Tavolo Interistituzionale che esprime il suo parere sul piano di dimensionamento della rete scolastica regionale.

Alla riunione sono risultati assenti, oltre l’Assessore stesso per impegni istituzionali, i rappresentanti delle province di Pescara, Chieti e Teramo interlocutori fondamentali per poter avere un quadro delle proposte ( anche se a livello iniziale) dell’assetto della rete scolastica regionale.

“ Non possiamo far altro – attacca Carlo Frascati, segretario regionale Snals – che registrare il disinteresse degli Enti preposti (sic!) al governo condiviso dell’offerta formativa regionale. Il valore del Tavolo, infatti, non è tanto quello di formare decisioni, che spettano ai rappresentanti politici provinciali e regionali, quanto quello di ascoltare istanze e proposte di tutte le parti sociali coinvolte al fine di esprimere un parere che vada nella direzione di migliorare la rete regionale. Lo SNALS non è più disposto a partecipare a stanchi riti formali – chiosa Frascari – essendo chiaro che le assenze dimostrano la mancanza di sensibilità politica e sociale da parte di chi dovrebbe difendere al meglio l’interesse di famiglie e studenti della nostra regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *