A Pescara, Giornata della Povertà

L’Arcidiocesi di Pescara-Penne, in occasione della Giornata dei poveri a Pescara, ha promosso per domani diverse iniziative pensate per l’occasione, accogliendo gli ospiti delle mense della Cittadella dell’Accoglienza di Pescara e della Casa di Solidarietà “Madre Teresa” di Montesilvano con un pranzo speciale. 

«La giornata continuerà con diversi momenti di festa e di amicizia – continua monsignor  Tommaso Valentinetti – anche nelle altre opere segno della Chiesa locale come la casa di accoglienza per persone affette da Aids e il dormitorio».

Un altro momento speciale, la festa della Fondazione Paolo VI prevista nel padiglione ex-Cofa di Pescara dalle ore 15.30; concluderà alle 18.30 con la celebrazione della Santa Messa presieduta dallo stesso arcivescovo. «Abbiamo voluto far coincidere con questa giornata – spiega ancora il presule, presidente della Fondazione – anche la festa dell’opera creata dal mio pre-predecessore monsignor Iannucci nel 1978, per ritrovarci in semplicità e per ricordarci l’attenzione agli ultimi che sono anche i malati, gli anziani, coloro che chiedono assistenza medica e specializzata e che, oltre alla professionalità che ci contraddistingue hanno bisogno di gesti semplici di speranza, piccoli come una carezza, coraggiosi come uno sguardo attento».

L’appuntamento aperto a tutti prevede musica dal vivo, momenti di intrattenimento, ma anche una mostra che ricorda la presenza di Paolo VI a Pescara, nel 1977, in occasione del Congresso Eucaristico nazionale e stand di associazioni di volontariato del territorio «perché onorare un santo e in questo caso il santo papa tanto vicino all’uomo e alla sua solitudine, vuol dire sempre aprirci agli altri e, soprattutto, ai più bisognosi. La situazione della povertà a Pescara, delineata dall’ultimo rapporto Caritas è chiaro, ci interroga, e parla di migliaia di persone portatrici di fragilità economiche e sociali anche nella nostra città. Più di 50.000 sono stati i pasti che le nostre mense hanno erogato nei primi 10 mesi del 2018 e centinaia sono state le persone ospitate, nello stesso periodo, nel nostro dormitorio. Festeggiare una giornata ecclesiale è senza dubbio un momento di gioia, ma è anche un appuntamento di profonda responsabilità sociale».

Per prendere visione dei dati sulla povertà 2018 raccolti dalla Caritas Pescara-Penne, clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *