Discariche a Cupello e Furci, al fronte del no tanti assenti

“Dalle istituzioni locali e regionali registriamo un crescente aumento del no al progetto della Cupello Ambiente: vari sindaci del territorio, i consiglieri di opposizione di Vasto Suriani e Laudazi, i consiglieri regionali Smargiassi e Olivieri, il sottosegretario Mazzocca. Non abbiamo ancora notizia, invece, di altri rappresentanti istituzionali che – nonostante la crescente mobilitazione popolare attorno al progetto non si sono ancora espressi. A partire dal sindaco del Comune che già ospita la discarica Civeta, a Cupello”.

Lo evidenzia il Comitato Comprensoriale Vastese, che da tempo si batte per evitare nuovi impianti di smaltimento rifiuti nella zona. Contro già si sono schierati politici e amministratori comunali ma il fronte del no non è così ampio e il Comitato chiede a chi non si è finora pronunciato, di prendere una posizione chiara e definitiva.

“Lo scorso 15 novembre il Comitato Valutazione Impatto Ambientale della Regione Abruzzo è tornato a discutere, dopo gli ultimi due rinvii di dicembre 2017 e luglio di quest’anno, del progetto di discarica a Furci – sottolinea il Comitato -. Un progetto presentato la prima volta il 5 dicembre 2005, archiviato una prima volta il 15 marzo 2015 e resuscitato a marzo dell’anno scorso. Nella petizione lanciata dal nostro comitato, uno dei punti pone l’attenzione sull’effetto cumulo del progetto della Cupello Ambiente con altri impianti e progetti nella stessa area. A partire, appunto, dal progetto di Furci. L’attenzione al territorio e alla salute non può prescindere, come sottolinea la petizione, da una valutazione generale e un quadro d’insieme del territorio. Dalle quasi 2000 firme alla petizione e dalla mobilitazione che stiamo portando avanti da quasi 3 mesi parte quindi una netta richiesta ai commissari regionali: si chiuda una volta per tutte la vicenda di Furci archiviando – questa volta definitivamente – il progetto di discarica presentato dalla Vallecena srl”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *