Il M5S abruzzese propone due leggi regionali per il taglio dei vitalizi

Le proposte di legge regionali sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa oggi a Pescara alla presenza di Sara Marcozzi, candidata alla carica di Presidente della Regione Abruzzo e dei consiglieri regionali Domenico Pettinari, Pietro Smargiassi, Riccardo Mercante e Gianluca Ranieri. Una proposta che prevede dieci milioni di euro di risparmi per ogni legislatura grazie al taglio dei vitalizi e all’abolizione del cumulo del secondo e terzo vitalizio.

L’obiettivo del Movimento 5 Stelle (la conferenza stampa e possibile vederla cliccando qui) è ridurre le spese: per il Movimento coloro che in Abruzzo percepiscono il doppio vitalizio costano agli abruzzesi 38.797 euro al mese. La legge nazionale, recentemente varata dal Governo Conte, impone il metodo contributivo per i vitalizi regionali.

“Una delle due proposte di legge che abbiamo presentato – spiega Marcozzi in conferenza stampa – vanno ad abolire la possibilità di percepire un vitalizio regionale per tutti quei politici abruzzesi che già ne percepiscono uno dal Parlamento o dal Parlamento europeo, modificando la legge vigente secondo cui oggi si possono cumulare anche due o tre vitalizi. Se un politico ha svolto un mandato in consiglio regionale, un mandato nel Parlamento Italiano e un mandato nel Parlamento Europeo avrebbe diritto a riscuotere tre corposi vitalizi a fronte di pochi anni di versamento di contributi. Ci sono ex politici abruzzesi che con il cumulo potrebbero percepire oltre 80mila euro all’anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *