Prevenzione degli sprechi e gestione delle eccedenze alimentari, se ne parla a Fossacesia

Il prossimo 24 novembre, presso il Teatro Nino Saraceni, di Fossacesia, si svolgerà l’evento informativo “Life Food.Waste.StandUp, prevenzione degli sprechi e gestione delle eccedenze alimentari. La corretta alimentazione”.

La manifestazione, promossa dall’Unione Nazionale Consumatori è patrocinata dalla Provincia di Chieti e dal Comune di Fossacesia, ed ha lo scopo di dar seguito al protocollo sottoscritto il 18 luglio 2018, a Teramo, tra la Regione Abruzzo, Federalimentare, Federdistribuzione, Banco Alimentare Onlus e UNC per la diffusione su tutto il territorio regionale dell’informazione e conoscenza sulla corretta alimentazione e sugli sprechi del cibo. All’evento è prevista la partecipazione di Sindaci, Amministratori comunali, rappresentanti del mondo della scuola e cittadini.

I lavori, che saranno moderati dal giornalista Stanislao Liberatore, prenderanno il via alle ore 10 con l’intervento di Gianni Totino, Delegato UNC Consumatori, che tratterà ‘L’Associazione, progetti informativi e loro diffusione sul territorio’. Sarà poi la volta del prof. Agostino Macrì, Esperto Sicurezza Alimentare UNC, che affronterà il tema “Life-Food.WasteStanUp; prevenzione allo spreco e gestione delle eccedenze alimentari’. Seguirà la relazione di Cosimo Travaglini, del Banco Alimentare Onlus, su ‘Interventi per favorire l’incremento delle donazioni alle persone bisognose’. La dottoressa Francesca Di Meco, Biologa Nutrizionista, parlerà invece su ‘Alimentazione equilibrata e corrette associazioni dalla colazione alla cena. Le diete su internet, errori da non commettere’. Sarà poi la volta del Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, che tratterà su ‘Educazione alimentare, lotta agli sprechi: il ruolo e l’impegno del Comune’. In conclusione, altri due interventi: quello della dottoressa Silvia Torrieri su ‘Bisogno, piacere e pensiero fisso. Il nostro rapporto con il cibo’, e dell’avvocato Caterina Simolo, che parlerà su ‘Diritto alla sicurezza del cibo e forme di tutela’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *