Dall’assemblea dei lavoratori USB del gruppo FCA preoccupazioni sul rinnovo del contratto

Lanciano è stata al centro dell’assemblea operaia organizzata dall’USB per presentare la piattaforma rivendicativa del gruppo FCA, costruita dal Coordinamento Nazionale USB in FCA dalle RSA di Mirafiori, della CNHI di S. Mauro Torinese, della FCA di Cassino, Termoli, dalla SATA di Melfi e dalla Sevel di Atessa.
I lavori sono stati partecipati per presenze e interventi, con delegazioni di lavoratori degli altri stabilimenti del gruppo tra i quali quelli della Tiberina Sangro, questi ultimi impegnati nel rinnovo delle RSU. Durante l’assemblea dai delegati di Torino e Cassino sono arrivate le notizie delle contestazioni alle assemblee tenute da FIM, UILM, Fismic e UGL.
La preoccupazione sul futuro del settore auto sta attraversando il rinnovo del CCSL superando il perimetro FCA, come dimostrano i recenti scioperi dei lavoratori dell’indotto che hanno avuto forti ripercussioni sugli approvvigionamenti delle linee FCA.
Dal canto suo la piattaforma USB contesta integralmente il Contratto Collettivo Specifico del Lavoro (CCSL) vigente in FCA, che FIM, UILM, Fismic, UGL e ora anche FIOM si preparano a rinnovare. Il CCSL voluto dall’ex A.D. Marchionne determina, tra le altre cose, la separazione dei lavoratori FCA dal resto dei metalmeccanici.
Il CCSL è il modello FCA: elimina un livello contrattuale, comprende al suo interno la metrica del lavoro Ergo UAS limita l’azione delle RLS e della rappresentanza sindacale e sanziona chi ha sottoscritto e sciopera contro quanto stabilito dal CCSL.
L’ergonomo Francesco Tuccino ha spiegato in modo semplice, come la FCA attraverso la metrica Ergo UAS mira a saturare il 99% del tempo assegnato a ogni operaio, stressando all’inverosimile il fisico, la mente e mettendo in discussione la dignità dei lavoratori addetti alla linea.
La piattaforma costruita dai lavoratori USB sta raccogliendo giudizi positivi tra operai e delegati, perché rimette al centro il valore e la dignità dei lavoratori e l’indipendenza dell’organizzazione sindacale nei confronti di FCA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *