Spaccio di droga: banda di Albanesi smantellata da Carabinieri e Finanza

Carabinieri e Finanzieri dei comandi provinciali di Chieti in azione nelle province di Chieti, Genova, Campobasso e Foggia. Le forze dell’ordine stanno eseguendo 20 ordini di custodia cautelare in carcere, emessi dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale de L’Aquila, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di persone indagate, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e detenzione e porto illegale di armi, con l’esecuzione di altri 37 decreti di perquisizione nei confronti di altrettanti indagati.

Le indagini che hanno permesso di smantellare l’organizzazione sono durate più di un anno periodo in cui erano già stati eseguiti 13 arresti e si era proceduto al sequestro di 12 chili di stupefacenti. Le persone fermate oggi, albanesi, romeni e italiani, vivevano da tempo in alcuni centri della costa chietina, in particolare a Vasto, San Salvo e altri centri. Svolgevano delle normali attività grazie alle quali hanno coperto l’importazione dai paesi dell’Est Europa di grosse quantità di eroina, hashish e cocaina. Gli stupefacenti poi venivano immessi nel mercato abruzzese ma anche quelli che operano in altre regioni italiane.

Le 20 persone arrestate oggi sono accuse di associazione per delinquere, finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e detenzione e porto illegale di armi.

“Non c’è spazio per i criminali nella nostra città – ha commentato il Sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca -. L’operazione di oggi è un messaggio chiaro a tutti : a San Salvo lo Stato c’è ed è presente. Ai criminali dico per voi non c’è e non ci sarà più spazio nella nostra Città. Non venite e se venite sappiate che non la passerete liscia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *