Investire nella green economy: se ne parla domani a Casoli

La Solis S.p.a., azienda italiana leader nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficientamento energetico, presenterà il nuovo prestito obbligazionario “Solis Spa” nel corso di una tavola rotonda dal titolo “Crescere con voi – un altro passo verso investimenti nella green economy”, domani, 6 dicembre dalle ore 18, presso il Parco Sperimentale Solis, nella Zona Industriale Ovest di Casoli. Modera l’incontro la Caporedattrice ANSA Abruzzo e Molise, Elisabetta Guidobaldi. Solo pochi giorni fa, la Solis è stata premiata da Lega Ambiente nel corso della giornata di Presentazione del Rapporto Comuni Rinnovabili 2018 e della mostra “100 Storie dal territorio” per quanto fatto nella propria regione in tema di energie rinnovabili.

Un percorso, quello di Solis, nato dall’esperienza nel settore fotovoltaico per svilupparsi verso tecnologie innovative nel campo del consumo delle energie rinnovabili, e che colloca l’azienda abruzzese con sede a Casoli e ad Atessa ai vertici del panorama industriale nazionale. E proprio l’illustrazione al pubblico di un grande e innovativo progetto industriale, con le ricadute importanti che porta con sé, in tema di servizi e occupazione sul territorio, saranno al centro del convegno. Un progetto che si apre ad ogni genere di investitori, siano piccoli e grandi risparmiatori oppure aziende e fondi privati. Il progetto di investimento

“Dal sole al freddo” è localizzato in due distinte zone, a Casoli (nella Zona Industriale Casoli Ovest), e ad Atessa (in Via del Rasolone), e nasce da attenti studi svolti sul bilancio energetico dell’impresa e finalizzati al massimo utilizzo delle fonti rinnovabili esistenti, con l’obiettivo di valorizzare l’autoconsumo di energia rinnovabile. La caratteristica che contraddistingue anche questo investimento è sempre la promozione di un economia sostenibile eco compatibile. Il programma di investimento consentirà alla Solis di poter incrementare i servizi di frigoconservazione sia per le basse temperature che per le atmosfere controllate, il tutto sempre animato dalla possibilità concreta e sicura di diffondere una tecnologia all’avanguardia che mette al primo posto l’uomo, il suo lavoro e il suo naturale e sano equilibrio con l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *