Usura: padre e figlio denunciati a Chieti

Gli agente della Squadra Mobile della Questura di Chieti, a conclusione di una dettagliata indagine, hanno denunciato per usura e tentata estorsione un 54enne pregiudicato di Montesilvano. L’uomo, secondo quanto raccolto, insieme al figlio 35enne, con precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio, dopo aver prestato 3000 euro a un disoccupato di Chieti, che si era rivolto a loro perché in difficoltà economica, hanno iniziato a tartassare l’uomo, che aveva comunque restituito gran parte della somma dovuta. Il sistema sempre lo stesso: nonostante il disoccupato pagasse le rate, gli veniva sempre fatto presente che il corrisposto era da considerarsi quale versamento sugli interessi maturati. L’uomo era stato costretto a effettuare ricariche sulla Posta Pay e inoltre a consegnare la propria tessera di Reddito di inclusione. Ma le pretese sono andate anche oltre: padre e figlio pretendevano che l’uomo abbandonasse l’appartamento in cui viveva e che passasse alla loro disponibilità.

Stanco, la vittima si è decisa a denunciare il tutto alla polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *