Lanciano, vigile malmenato da automobilista indisciplinato

Indossare la divisa oggi come oggi, non suscita alcun rispetto per chi la indossa. Anzi, sembra quasi che per qualcuno l’uniforme, sia della Polizia o dei Carabinieri, della Finanza o della Polizia Municipale, la scambi per un bersaglio, dimenticando che a indossarla sia un uomo o una donna delle Istituzioni, che sta facendo il suo lavoro per la nostra sicurezza e incolumità. Stamattina, un automobilista, percorrendo viale Cappuccini, a Lanciano, in prossimità della Media Umberto I, nonostante altri conducenti fossero in fila per consentire agli alunni di poter attraversare la strada e guadagnare l’ingresso della media, ha pericolosamente superato le auto incolonnate. Il Vigile Urbano in servizio di vigilanza stradale, di 45 anni, lo ha subito bloccato. L’uomo ala guida dell’auto, alquanto nervoso, è sceso e si è subito scagliato contro l’agente, colpendo con pugni e calci. Dopodiché è risalito sulla sua vettura e si è allontanato. Soccorso e trasportato in ospedale, dove gli sono state riscontrate agli arti inferiori e superiori. Ne avrà per 15 giorni.

Dura presa di posizione da parte dell’Amministrazione comunale di Lanciano. In rappresentanza del Sindaco Mario Pupillo, che questa mattina si trovava a Pescara per impegni istituzionali, il Vicesindaco Giacinto Verna e l’Assessore alla Mobilità Francesca Caporale hanno visitato in ospedale l’agente al termine degli accertamenti del caso, portandogli la solidarietà e la vicinanza dell’Amministrazione. 

Condanniamo con fermezza l’incresciosa aggressione fisica di cui è stato vittima questa mattina un Agente della Polizia Municipale di Lanciano, durante l’abituale servizio a garanzia della sicurezza degli alunni davanti le nostre scuole – ha affermato il primo cittadino Pupillo -. Al corpo di Polizia Municipale e all’Agente, incredibilmente aggredito per aver fatto rispettare il codice della strada a chi voleva mettere a repentaglio la sicurezza di persone e veicoli, va tutta la nostra massima solidarietà e vicinanza. Il Comune di Lanciano si costituirà parte civile nel procedimento giudiziario a carico del responsabile di questo atto incivile, commesso ai danni di un lavoratore e nei confronti di una divisa che 365 giorni l’anno è al servizio della comunità”.

Condanna per l’accaduto anche da parte delle forze politiche. Tonia Paolucci, del gruppo consiliare Libertà in Azione, dal canto suo ha dichiarato: “A nome dell’intero gruppo , esprimo la nostra solidarietà al vigile urbano aggredito questa mattina a calci e pugni da un automobilista, mentre svolgeva il suo dovere a tutela della sicurezza dei ragazzi di una scuola media”. La Paolucci, torna però a richiamare la responsabilità del sindaco Mario Pupillo sulla mancanza di risposte alle istanze arrivate in più occasioni dalla polizia municipale. “Nessuno vuole strumentalizzare l’accaduto – commenta la Paolucci – ma l’episodio conferma per l’ennesima volta le difficoltà in cui gli agenti sono costretti ad operare, in un contesto disciplinato da un regolamento vecchio di decenni e mai aggiornato, nonostante le ripetute sollecitazioni, dall’attuale amministrazione comunale. A questo si aggiungono le carenze nell’equipaggiamento in dotazione, che il sindaco e la sua giunta si ostinano a non voler rivedere. L’auspicio, nell’interesse dei nostri agenti di polizia municipale, è che questa amministrazione si svegli e si renda conto che, purtroppo, oggi sono chiamati a svolgere compiti sempre più impegnativi e rischiosi, che non possono essere ignorati da chi è al governo della città”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *