Società Cerella: aumentato il capitale sociale. Stipendi in salvo e società rafforzata

Il capitale sociale della società Cerella è stato aumentato a circa 620 mila euro nel corso di un’assemblea straordinaria dei soci che si è tenuta oggi pomeriggio presso lo studio notarile Carabba di Lanciano.
Oltre l’80 per cento dell’aumento del capitale (497 mila euro) è stato garantito da Tua Spa, socio di maggioranza di Cerella.
Tale aumento del capitale sociale garantisce a Cerella un generale rafforzamento societario e, nell’immediato, di far fronte alle esigenze più impellenti quali, ad esempio, il pagamento degli stipendi.
La mensilità di dicembre, infatti, sarà pagata nella giornata di domani, venerdì 28 dicembre, mentre la tredicesima mensilità sarà pagata nella giornata di lunedì 31 dicembre. Successivamente si è svolta un’assemblea ordinaria nella quale è stato ricostituito il cda di Cerella che risulta così composto: Angelo Pollutri è stato riconfermato presidente, la vice presidenza è stata assunta da Alfonso Di Fonzo, mentre sono stati nominati consiglieri Nicola Buontempo, Anna Maria De Fabritiis e Natascia Di Carlo.
Il neo vice presidente Di Fonzo e le consigliere De Fabritiis e Di Carlo hanno rinunciato alla indennità prevista per la carica. Per Tua Spa, ha partecipato alle assemblee presso lo studio notarile frentano il presidente, Tullio Tonelli: “Abbiamo trovato d’intesa con il Socio Unico Regione Abruzzo una equa soluzione per la questione Cerella. Ciò – ha aggiunto Tonelli – garantirà un equilibrio del bilancio anche nel corso del 2019 e di mantenere in esercizio una importante realtà trasportistica di questa regione. I soci di Cerella hanno espresso gratitudine a tutti coloro che, a livello regionale, hanno garantito il raggiungimento di questo importantissimo obiettivo”.
“Esprimo soddisfazione – ha dichiarato il consigliere delegato ai Trasporti della regione Abruzzo, Maurizio Di Nicola – per la soluzione trovata che garantisce il servizio e gli stipendi dei lavoratori. Il coinvolgimento dei privati credo sia un fatto importante che responsabilizzerà tutti i soci a rilanciare l’impresa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *