3 quintali di botti di fine d’anno sequestrati dalla Finanza

Prosegue l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio e di contrasto ai traffici
illeciti disposto dal Comando Provinciale nel periodo natalizio. In particolare, dopo l’attività di venerdì scorso che ha portato a neutralizzare ed arrestare un pericoloso rapinatore armato di coltello in pieno centro del capoluogo provinciale, nella mattinata odierna gli uomini della Compagnia di Pescara hanno sequestrato circa 3 quintali di artifizi pirotecnici. Il sequestro è avvenuto nel corso di un controllo ad un automezzo con a bordo due ragazzi ventenni, uno italiano e l’altro di origine marocchina, diretto verso l’ingresso del casello autostradale “Pescara Nord–Città Sant’Angelo”.
I militari, notando subito lo stato di preoccupazione dei due individui, non si sono fermati al solo controllo dei documenti, ma hanno proceduto ad ispezionare accuratamente il mezzo, rinvenendo all’interno il grosso quantitativo di “botti” in assenza delle previste autorizzazioni attinenti la regolarità e la sicurezza dei prodotti, rilevando, inoltre, la inidoneità in termini di sicurezza della circolazione stradale dell’autoveicolo.
Complessivamente sono stati sequestrati circa 3 quintali di artifizi pirotecnici chiaramente
destinati al commercio come “botti di capodanno”. I due ragazzi sono stati denunziati a piede libero all’A.G. di Pescara. Seguiranno ulteriori indagini per verificare l’origine della merce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *