Guardia di Finanza Pescara: i dati sull’Operazione Giovani”

La Guardia di Finanza di Pescara, rende noto l’esito della “Operazione Giovani”, avviata a metà novembre a tutela della sicurezza e della salute dei giovanissimi, nel periodo prossimo alle festività ed eventi che caratterizzano il periodo di fine anno.

L’attività – che si inserisce in un più ampio contesto di servizi di prevenzione – è stata disposta dal Comandante Provinciale con lo scopo di potenziare il controllo soprattutto nelle aree e arterie più sensibili della riviera pescarese – in particolare a Pescara, Montesilvano e Città Sant’Angelo – dove maggiore è l’afflusso e la frequentazione dei giovani e turisti e, perciò appetibile crocevia anche di trafficanti e spacciatori.

Oltre alle aree sensibili e più a rischio – tra le quali stazioni ferroviarie, terminal bus e piazze cittadine -, oggetto di controlli mirati sono stati anche i locali della movida e le discoteche, e ancor più i nuovi negozi c.d. “Canapa Store” adibiti al commercio di infiorescenze di cannabis, vera e ormai diffusa novità del settore, alquanto attraente per i giovani e non solo.

Significativi i risultati conseguiti da tutti i reparti dipendenti, in poco più di un mese, periodo in cui sono stati: sequestrati 36 Kg di hashish e marijuana, nonché 230 confezioni di infiorescenza di canapa sativa ( cosidetta canapa light), nel corso dei controlli agli store del capoluogo risultati irregolari, per aver posto in vendita contenuti con principio attivo superiore ai limiti consentiti; sequestrati 1,5 kg tra cocaina ed eroina, rinvenuta a corrieri e spacciatori nel corso dei controlli su strada e presso i locali della movida della c.d. ”Pescara vecchia” e le discoteche. Peraltro a novembre, all’esito del precedente controllo, ove si appurava il diffuso uso di stupefacenti, una discoteca di Città Sant’Angelo è stata segnalata alla locale questura ed è stata oggetto di provvedimento amministrativo di chiusura temporanea dell’esercizio dell’attività per 90 giorni; eseguiti 22 interventi (pressoché giornalmente) e all’esito, denunciati 14 soggetti di cui 5 tratti in arresto, tra corrieri e spacciatori, con segnalazione alla Prefettura dei giovani assuntori individuati.

Ovviamente, seppur concluso il periodo festivo, resterà elevata l’attenzione delle Fiamme Gialle pescaresi verso il particolare contesto operativo, a contrasto dei traffici di stupefacenti e a tutela delle fasce giovanili – prede maggiormente esposte agli interessi di trafficanti senza scrupoli o di comportamenti commerciali illegali orientati esclusivamente al profitto – e continueranno i controlli mirati oltre che su strada, anche verso i locali della movida e gli esercizi commerciali menzionati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *