Santavenere e Diodati con Azione Politica. Alessandro Lanci in campo per Legnini

Sandra Santavenere e Giuliano Diodati, entrambi con un’esperienza amministrativa di peso alle spalle, hanno annunciato stamani il loro sostegno al movimento civico Azione Politica, alla presenza del coordinatore regionale Gianluca Zelli. Santavenere, nel corso della conferenza stampa, molto partecipata, ha sciolto anche il nodo sulla sua candidatura nella lista di AzP a sostegno del candidato presidente del centrodestra, Marco Marsilio. 
Ho visto in Azione Politica – ha dichiarato ai presenti Santavenere, 48 anni, già assessore comunale della città di Pescara con deleghe, tra le altre, al Personale, semplificazione amministrativa , edilizia e tutela del mondo animale, e da sempre impegnata nel sociale – un progetto che rispecchia il mio pensiero ovvero rimettere al centro la Politica, fatta con le persone e per le persone, con l’obiettivo reale di incidere sui problemi del territorio con competenza. Mi sono sempre impegnata e continuo a farlo perché ho due figlie adolescenti e sento la responsabilità del mio contributo personale per migliorare il futuro, proprio a partire dai giovani”. Santavenere ha tenuto a sottolineare la coerenza del suo percorso politico e, a chi l’ha accusata di aver abbandonato il Pd, ricorda che “nonostante il consenso ottenuto alle scorse amministrative, il Partito Democratico ha preferito non contare più sulla mia figura, tradendo la fiducia di 1083 elettori. Sono trascorsi due anni e nulla è cambiato nel loro sistema. Io sento, però, la responsabilità nei confronti di chi ha creduto in me: la mia scelta è stare dalla parte del cittadino. Per questo vado avanti nella lista di Azione Politica”.
Alla voce di Santavenere, sì è aggiunta quella di Diodati: “Con Zelli abbiamo deciso di costruire un percorso comune, condividendo programma e azioni sul territorio e mettendo in campo la nostra migliore risorsa, Santavenere. Crediamo nei valori del civismo, in un momento in cui i partiti di sono allontanati dalle persone e c’è bisogno di recuperare, con ascolto e concretezza, i cittadini”.
Soddisfazione è stata espressa da Gianluca Zelli: “Santavenere e Diodati possono dare ad Azione Politica un contributo di competenza ed esperienza. Rappresentano un valore aggiunto al nostro gruppo di lavoro. Anche grazie a loro, AzP farà contare i valori del civismo in Regione”.

A Lanciano, Alessandro Lanci, fondatore e presidente dell’associazione Nuovo Senso Civico onlus, nata nel 2008 per contrastare l’insediamento della raffineria “Centro oli” di Ortona, e per tre mandati consigliere comunale a Frisa, ha deciso di scendere in campo. Mi candido con Giovanni Legnini perché – spiega Lanci – se Nuovo Senso Civico, assieme a migliaia di cittadini abruzzesi e ad altre associazioni ambientaliste, di categoria e sindacali, ha sconfitto l’insediamento del progetto petrolifero di Ombrina è grazie all’attività politica dell’allora Sottosegretario all’Economia Giovanni Legnini, che all’epoca studiò un apposito emendamento, successivamente inserito alla legge di stabilità 2016. Legnini riuscì, dunque, a trasformare la protesta degli abruzzesi in un atto concreto a favore del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *