All’Enomuseo di Tollo le eccellenze dell’agraria

Il 18 gennaio, alle 18, presso l’Enomuseo di Tollo, si svolgerà un incontro di riflessione sull’importanza dell’istruzione agraria per lo sviluppo sostenibile della vitivinicoltura nel territorio. L’evento è stato organizzato dal Comune di Tollo, in collaborazione con una serie di associazioni del territorio.

«L’iniziativa – chiarisce Angelo Radica, sindaco di Tollo – ha una doppia finalità: da un lato si vuole favorire lo sviluppo di una agricoltura sostenibile nel nostro territorio, dall’altro si vogliono presentare, agli studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie di primo e secondo grado, le opportunità della formazione in ambito agrario. A tale scopo sono state coinvolte due istituzioni considerate eccellenze nell’istruzione agraria del territorio: l’istituto tecnico agrario di Scerni e la facoltà di Bioscienze e tecnologie agroalimentari e ambientali dell’università di Teramo».

Il convegno si aprirà con i saluti del sindaco di Tollo, e del prof. Gaetano Fuiano, dirigente scolastico dell’istituto agrario di Scerni; seguiranno le relazioni dei prof.ri Mario Di Pardo e Carmine De Iure, che presenteranno i vantaggi della formazione agraria nell’ambito dello sviluppo di una vitivinicoltura di eccellenza, e del prof. Dino Mastrocola, rettore dell’Università di Teramo, che esporrà le opportunità offerte dalla formazione superiore in agraria.

«Il nostro Istituto – commenta Gaetano Fuiano, dirigente scolastico dell’ITA di Scerni – ha accolto con entusiasmo ed orgoglio l’invito del sindaco di Tollo; le nostre iniziative di apertura al territorio sono assidue: attraverso la partecipazione ad eventi locali di rilievo, vogliamo promuovere nei giovani la cultura dello sviluppo negli ambiti vitivinicolo e della tutela dell’ambiente e della qualità della vita, orientandoli a scelte formative legate alle opportunità professionali ed economiche offerte dal territorio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *