Marsilio apre, l’UDC pronto a incontralo

“Apprendo con piacere le dichiarazioni del candidato presidente Marco Marsilio, soprattutto laddove egli riconosce l’utilità che nella coalizione siano rappresentati i principi cristiani e liberali e che i candidati della lista Udc-Dc-Idea siano messi al più presto nelle normali condizioni di correre con il proprio simbolo. In Abruzzo abbiamo dato vita ad un gruppo unitario dei moderati, fondato particolarmente sul valore cristiano della solidarietà , che affonda le radici nell’area cattolica e laica ispirata all’esperienza del Partito Popolare Europeo”.

E’ la risposta del Segretario regionale dell’UDC, Enrico Di Giuseppantonio, al candidato presidente per il centrodestra, Marco Marsilio, che sabato ha affermato la propria disponibilità a riaprire il dialogo con l’Udc. Il candidato Governatore, scelto da Fratelli d’Italia per correre verso la guida dell’Emiciclo, insieme ad altre forze della coalizione, non aveva gradito che nella lista dell’Udc-Dc-Idea fossero stati inseriti i nome del consigliere regionale uscente Mario Olivieri, di Abruzzo Civico, e del sindaco di Prezza,  Marianna Scoccia, ex assessore provinciale dell’Aquila di centrodestra, moglie dell’altro consigliere regionale uscente di Abruzzo Civico Andrea Gerosolimo. Un niet che ha portato all’esclusione del simbolo che riunisce le tre forze politiche dai manifesti elettorali dei partiti che sostengono Marsilio. Ieri, però, si è riaperto uno spiraglio. Marsilio ha detto: Non posso rimanere indifferente verso chi ha creduto con serietà di volersi impegnare in questa campagna elettorale mettendo in campo la propria persona e la propria esperienza di fronte ai cittadini abruzzesi. Candidati che hanno messo il loro volto per dare un futuro diverso all’Abruzzo. Voglio quindi valorizzare il loro impegno, che stanno profondendo giorno dopo giorno. Spero che domenica riuscirò ad accogliere queste persone così motivate ed averle al mio fianco, consentendo loro di fare campagna elettorale sotto il simbolo col quale si sono candidate, e con loro vicino vincere queste elezioni per dare il via a un nuovo corso politico in Abruzzo”.

Parole arrivate nell’immediatezza della conferenza stampa tenuta dal segretario nazionale della Dc, Gianfranco Rontondi, nella quale l’ex ministro nel Governo Berlusconi, ha parlato espressamente di un accorso tra Lega e M5S, per far vincere i pentastellati in Abruzzo.

Spero vivamente che queste dichiarazioni siano il preludio a una definizione tombale della controversia – ha auspicato Di Giuseppantonio -. Mi adopererò affinché nei prossimi giorni, in un incontro col presidente Marsilio tutto ciò possa essere ufficialmente sancito”.

Un chiarimento che, per il segretario regionale dell’UDC, potrebbe esserci all’inizio della settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *