Ascom Abruzzo: “Troppi incidenti, si indaghi sulla regolarità della pista ciclopedonale di via del Mare di Lanciano”

Immediata chiusura e ripristino di via del Mare così com’era prima degli interventi per la realizzazione della pista ciclabile. E’ quanto chiede l’associazione Ascom Abruzzo, presieduta da Angelo Allegrino, tramite il proprio avvocato, Quirino Ciccocioppo, che ha inviato un esposto al ministero della Infrastrutture e dei Trasporti, alla Prefettura di Chieti, alle forze dell’ordine e alla Procura di Lanciano, sottolineando le criticità del tracciato ciclabile e chiedendo opportuni controlli “sulla regolarità della pista ciclabile, sulla sua sicurezza, sul rispetto delle normative vigenti e sulle relative autorizzazioni e collaudi”.

La decisione scaturisce in seguito ai troppi ciclisti investiti sulla pista ciclopedonale, l’ultimo qualche giorno fa. “Nel caso in cui la pista ciclabile di via del Mare non avesse i requisiti, le autorizzazioni e le caratteristiche che garantiscono la sicurezza dei cittadini, – si legge nell’esposto – e prima che possano verificarsi incidenti mortali si chiede l’immediata chiusura. Infine, se dovesse risultare che la pista ciclabile non sia a norma di legge e che sia pericolosa per l’incolumità dei cittadini, si chiede che vengano verificate le responsabilità dei soggetti preposti a vigilare sulla stato di sicurezza della medesima pista ciclabile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *