Vasto ricorda il politico Giuseppe Spataro

Domani, 30 gennaio, ricorre il 40° anniversario della morte del senatore Giuseppe Spataro, un protagonista di spicco della Democrazia Italiana. L’Amministrazione Comunale di Vasto lo ricorderà con alcune iniziative in programma che coinvolgeranno i giovani della Città. Giuseppe Spataro, che per ben 12 anni fu vice presidente del Senato, è stato un antifascista che ha lavorato a stretto contatto con don Luigi Sturzo e con Alcide De Gasperi. Molto dello sviluppo dell’Abruzzo, uscito martoriato dal secondo conflitto mondiale, lo si deve al suo dinamismo ed alle sue non comuni qualità di mediatore e organizzatore.

Il sindaco di Vasto, Francesco Menna, lo ricorda con queste parole: “Il senatore Spataro assunse un ruolo fondamentale nella storia italiana durante e dopo il fascismo. Paziente ed audace tessitore, dotato di grandi qualità di organizzatore, fece della sua abitazione in via Cola Di Rienzo, a Roma, la fucina di menti e di iniziativa, uniti dalla comune avversione al dittatoriale regime fascista e dallo stesso anelito per la rinascita democratica del Paese”.

Domani mattina, alle ore 9,30, nella Cattedrale di San Giuseppe sarà officiata una Santa Messa in memoria di Spataro. Seguirà la deposizione di una corona di allora al busto che ricorda il grande statista vastese in Piazza del Popolo. Successivamente, con la partecipazione degli alunni della Scuola Elementare che porta il suo nome, all’interno del Teatro Comunale Rossetti è in programma la rievocazione del grande uomo politico vastese. Parleranno l’assessore ai Beni e alle Attività Culturali della Comune di Vasto, Giuseppe Forte e lo storico Costantino Felice, docente dell’Università “D’Annunzio” di Chieti.

Nella circostanza sarà possibile ammirare il ricco medagliere che Giuseppe Spataro volle donare alla sua città natale prima della morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *