Usura, coppia arrestata a Chieti

Gli uomini della sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Chieti hanno eseguito due misure cautelari in carcere emessi dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale teatino che hanno raggiunto Clorinda Bevilacqua, di 56 anni, e Ercole Spinelli, di 59, entrambi pluripregiudicati, perché ritenuti responsabili, in concorso, di usura e estorsione.

I due sono stati arrestati a seguito di indagini condotte alla Polizia Giudiziaria, che ha eseguito pedinamenti e intercettazioni telefoniche, per circa due mesi, dalle quali sarebbe emerso come i due avessero messo in piedi una fiorente attività usuraia. Le vittime, artigiani, commercianti, pensionati e disoccupati, spesso minacciati o intimoriti dai due per la riscossione delle rate del ‘prestito’. In un caso è stato accertato che dietro un prestito di 5000 euro, un commerciante, in 12 anni, è stato costretto a restituire alla coppia ben 120mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *