Ubriaco e tutta velocità in galleria: patente sospesa

Un giovane di 20 anni, residente nella provincia di Chieti, ieri non ha fatto i conti con i massicci controlli che il Comandante della Polizia Stradale di Chieti, Fabio Polichetti, ha predisposto all’interno delle galleria Le Piane e San Silvestro. Data la pericolosità intrinseca delle gallerie (doppio senso di marcia e prive di corsia di emergenza) la Polstrada ha intensificato i servizi al fine di contrastare i comportamenti alla guida più pericolosi e garantire maggiore sicurezza in quei tratti di strada caratterizzati da molti incidenti, anche gravi, tutti causa di sbagliati comportamenti umani (sorpassi, distrazione, alta velocità, guida in stato di ebbrezza ecc).

Pertanto il Comandante della Polizia Stradale ha predisposto un pattugliamento continuo nelle gallerie (h 24) al fine di reprime le condotte più pericolose, ma soprattutto fare prevenzione garantendo visibilità. Rafforzamento dei controlli che produce risultati importanti.

Sono da poco passate le ore 22 , quando una pattuglia della Polizia Stradale di Chieti, entra nella galleria san Silvestro direzione Pescara, per l’ordinario giro di perlustrazione, quando davanti ai loro occhi scorgono una Fiat Punto che sfreccia all’interno della galleria effettuando sorpassi azzardati (addirittura sorpassando anche due macchine contemporaneamente), manovre non solo assolutamente vietate all’interno della galleria ma anche pericolosissime.

Al fine di fermare la folle corsa della macchina, che poteva mettere a serio pericolo la propria incolumità e quella di altri utenti della strada (basti pensare agli effetti devastanti di un possibile frontale all’interno della galleria) gli agenti, attivando la sirena e lampeggianti si sono subito messi all’inseguimento della Punto, riuscendo a fermarla poco più avanti.

Appena scesi dalla macchina la sorpresa: gli agenti della Polstrada si sono ritrovati davanti un ragazzo di 20 anni, che presentava evidenti sintomi di assunzione di sostanze alcoliche (occhi lucidi, riflessi rallentati ma soprattutto un forte odore di alcol all’interno dell’autovettura) sottoposto alla prova con l’etilometro è risultato un tasso alcolico superiore più del doppio rispetto al limite consentito ben 1, 12 g/l.

Davvero pesanti le conseguenze a cui andrà incontro per aver messo in serio pericolo l’incolumità propria e degli utenti che in quel momento viaggiavano nella galleria: denuncia penale alla Procura della Repubblica di Chieti, patente sospesa per un anno, 15 punti decurtati (oltre alla guida in stato di ebbrezza sono stati decurtati punti anche per i sorpassi azzardati) e con la sentenza di condanna rischia una ammenda da 800 a 3200 euro e l’arresto fino a 6 mesi.

Al fine di reprimere queste condotte, il Comandante Polichetti annuncia un rafforzamento dei controlli, saranno effettuati nei prossimi giorni dei servizi per reprimere gli eccessi di velocità ( attraverso apparecchiatura telelaser che prevede la contestazione immediata) e verranno schierate anche auto in borghese al fine di sanzionare tutti coloro che si distraggano con i telefonini o magari non allacciano le cinture di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *