Rissa e accoltellamento in piazza D’Amico a Lanciano: arrestato un 22enne

Esistono sussistenti esigenze di cautela connesse sia alla particolare gravità del fatto e alla condotta violenta tenuta dall’indagato, considerata eccessiva e del tutto ingiustificata e che induce a ritenere un’indole violenta e l’alta probabilità di una reiterazione del reato, inoltre per la sua personalità fortemente negativa e al pericolo di fuga, visto che lo stesso si era subito reso irreperibile”

Queste le motivazioni per le quali il giudice per le indagini preliminari Massimo Canosa, su richiesta del pm Francesco Carusi, ha emesso oggi un provvedimento cautelare nei confronti del giovane di 22 anni, che il 5 febbraio scorso, in piazza Errico D’Amico, durante una rissa, ha accoltellato un coetaneo di Fossacesia. I reati ipotizzati sono di lesioni gravi aggravate e porto abusivo di arma. Il giovane arrestato è sottoposto agli arresti domiciliari. La decisione dei magistrati è arrivata in seguito alle indagini svolte dai Carabinieri della Compagnia di Lanciano che dall’esame di alcuni filmati registrati da telecamere di sorveglianza private, sono riusciti a ricostruire la dinamica dei fatti e a identificare l’accoltellatore, che ha dei precedenti. Il pm Carusi ha indagato per rissa sia l’arrestato che il ferito, più un terzo giovane. nell’addome la lama, che ha lesionato. Il giovane ferito è ancora ricoverato all’ospedale Renzetti. La lama del coltello ha raggiunto la milza e il colon. Nelle ultime ore il suo statoi di salute ha avuto un peggioramento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *