Pescara, convegno e mostra documentaria su Pasquale Galliano Magno, “L”avvocato di Matteotti”

Convegno e mostra documentaria a Pescara per ricordare la figura di un grande personaggio abruzzese: Pasquale Galliano Magno, meglio conosciuto come “L’avvocato di Matteotti”.

L’evento, promosso dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica dell’Abruzzo e del Molise, si svolgerà il prossimo 18 febbraio, alle ore 15, presso la sala d’Annunzio dell’Aurum, in largo Gardone Riviera. Dopo il monologo dell’attore Alessandro Blasioli, seguiranno le relazioni di Maria Rosaria La Morgia, Michele Di Silvio, Anna Rita Mantini, Sara Follacchio, Elisabetta Narciso e Daniela Puglisi. Al termine dibattito e mostra che rimarrà aperta fino al 28 febbraio.

Nato ad Orsogna il 25 febbraio 1896, l’avvocato Pasquale Galliano Magno, dopo gli studi classici a Chieti, frequentò l’università di Macerata, dove si laureò in legge. Convinto antifascista e oppositore del regime, fu sindaco di Orsogna appena divenuto maggiorenne. All’epoca fu il sindaco più giovane d’Italia. In qualità di difensore della signora Velia Titta, vedova di Giacomo Matteotti, partecipò al noto processo Matteotti svoltosi nel 1926 a Chieti. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Magno svolse incarichi politici e varie attività. Fu presidente del comitato di Liberazione Nazionale e svolse le funzioni di viceprefetto politico per volontà degli Alleati. Ebbe contatti con Mauro Scoccimarro, Palmiro Togliatti e Rita Montagnana che ospitò in occasione dei comizi da essi tenuti a Pescara. Svolse la funzione di presidente dell’Ospedale Civile di Pescara e quella di Commissario Governativo alle Ferrovie Elettriche Abruzzesi, stando a diretto contatto con l’allora ministro dei trasporti Ugo La Malfa. Fu anche presidente del Consorzio per l’Acquedotto della Valle di Foro. Va ricordato che, per gratitudine, la signora Velia Titta donò all’avvocato Magno la penna stilografica del defunto suo marito Giacomo Matteotti, oggi custodita presso un istituto bancario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *