Controlli dei Nas in aziende di lavorazione e commercializzazione di carne: due denunce

I Carabinieri del NAS di Pescara stanno procedendo al controllo di aziende di lavorazione e commercializzazione di prodotti a base di carne.

In provincia di Chieti, una ditta hanno scoperto che alcuni tipi di prodotto, presentati come appartenenti a razze quali Chianina e Angus, in realtà non lo erano. Il responsabile è stato segnalato all’autorità giudiziaria per frode nell’esercizio del commercio, aggravato dall’aver utilizzato denominazioni tutelate.

Sempre in provincia di Chieti, i Nas, con la collaborazione di personale del Dipartimento di Prevenzione della Asl, hanno rimosso dal commercio oltre cento chilogrammi di vari prodotti a base di carne, detenuti e pronti per essere venduti, sebbene privi di informazioni utili a poterne individuare la rintracciabilità.

Nel Pescarese i militari hanno segnalato alla Procura della Repubblica, sempre per frode, il responsabile di un’attività di rivendita carni che prometteva tagli di Kobe giapponese a basso costo. Gli accertamenti hanno permesso di stabilire che quella in vendita era carne non appartenente alla pregiata e costosa razza nipponica. Gli operatori del settore, oltre alla denuncia penale sono stati sanzionati amministrativamente e segnalati all’autorità competente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *