A25, la Procura di Pescara indaga i vertici di Strada dei Parchi

Il sostituto procuratore della Repubblica di Pescara, Luca Sciarretta, ha iscritto nel registro degli indagati i vertici di Strada dei Parchi, società della Toto Holding Spa. La decisione del magistrato inquirente è stata presa nell’ambito dell’inchiesta relativa alla sicurezza dei viadotti della A25 che collega l’Abruzzo con Roma e riguarda solo il tratto autostradale di competenza della Procura di Pescara. L’inchiesta è stata avviata in seguito alle segnalazioni a firma di alcune associazioni ambientaliste quali Stazione Ornitologica Abruzzese onlus e a Nuovo Senso Civico.

Fascicoli sono stati aperti anche dalla Procura della Repubblica de L’Aquila e di Teramo, con quest’ultima che, nel novembre scorso, ha emesso sei avvisi di garanzia con le ipotesi di reato di inadempimento nelle pubbliche forniture e disastro sotto forma di pericolo, che hanno riguardato il presidente di Strada dei Parchi, Lelio Scopa, il vice Mauro Fabris, l’amministratore delegato Cesare Ramadori, il direttore generale di esercizio Igino Lai, il direttore operativo Marco Rocchi e il direttore tecnico Gabriele Nati. Gli atti sono stati la conseguenza delle indagini svolte su sette viadotti dell’A24.

La decisione del sostituto Sciarretta arriva proprio oggi che il Corriere.it, ha pubblicato una videoinchiesta dal titolo “Viaggio (incredibile) sotto i piloni degradati delle Autostrade A24 e A25, a firma di Amalia De Simone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *