L’Assessore regionale alla Sanità Verì incontra i vertici della Asl2

L’insufficienza della dotazione organica attuale di ospedali e servizi è stato il tema esaminato più a lungo affrontato oggi nel corso della visita dell’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, alla Direzione della Asl Lanciano Vasto Chieti. All’incontro, che si è protratto per oltre due ore in un clima di confronto cordiale, hanno preso parte Vincenzo Orsatti, direttore generale facente funzioni, e Giulietta Capocasa, direttore amministrativo. Altri argomenti toccati, la questione legata al personale, l’aggiornamento del parco tecnologico, i piccoli ospedali. Uno sguardo sulla situazione generale, quindi, con l’assessore che ha mostrato  particolare attenzione e qualche preoccupazione, dettata dai vincoli posti al turn over dal Piano di rientro, che rende complicato garantire efficienza nell’assistenza. La Verì si è riservata di fare un’analisi più approfondita sulle sofferenze che maggiormente affliggono l’Azienda, come la carenza numerica di alcune professionalità, sentita in alcuni ospedali in particolare. Il management ha comunicato all’assessore di aver avviato lo scorrimento delle graduatorie per l’assunzione di radiologi, ginecologi e anestesisti, e pubblicato il bando di mobilità per gastroenterologi. Tutta la dotazione organica è stata oggetto comunque di una revisione analitica da parte della Direzione aziendale, ufficializzata nel nuovo piano del fabbisogno adottato con delibera e trasmesso in Regione. Sul fronte delle nuove tecnologie, ugualmente è stato illustrato lo stato dell’arte, soprattutto sulle procedure già concluse, come la Tac e l’angiografo per Emodinamica destinati all’ospedale di Vasto.

Infine è stata toccata la questione dei medici della continuità assistenziale, da tempo impegnati in una rivendicazione che l’Assessore affronterà con i rappresentanti della categoria nel corso di un incontro che sarà convocato a breve. Il rispetto dei parametri economici è necessario – ha commentato a conclusione della riunione Nicoletta Verì – ma queste logiche non possono prevalere, né soffocare quelle assistenziali, che restano l’essenza del nostra missione. La sfida sarà coniugare qualità e sostenibilità,  dando agli utenti le risposte giuste nel tempo giusto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *