Lanciano, arrestato il palo della banda di rapinatori della Banca Popolare di Puglia e Basilicata

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato. di Lanciano unitamente a personale della Squadra Mobile di Chieti, ha eseguito una misura cautelare in carcere a carico di V.L. accusato di aver partecipato e messo a segno la rapina  ai danni della Banca Popolare di Puglia e Basilicata di Lanciano in data 1 marzo u.s., in concorso con altri due complici rimasti ancora ignoti.

La cattura è avvenuta a seguito di accurate e laboriose indagini nonchè di puntuali riscontri che hanno consentito agli operatori di Polizia di addivenire all’identificazione del rapinatore in V.L., di anni 30, residente a Giugliano (Na) .

In particolare, l’attività investigativa si è concentrata sull’analisi delle immagini a circuito chiuso del sistema di videosorveglianza della Banca e su specifici rilievi tecnici della locale Polizia Scientifica eseguiti nell’immediatezza della rapina che hanno consentito di ricondurre senza ombra di dubbio l’indagato a ruolo di “palo”.

Quest’ultimo, avendo notato alcuni passanti che si erano accorti di quanto stesse accadendo, avvisava tempestivamente i complici,  permettendone la fuga poco prima del sopraggiungere della Polizia. Gli  elementi di prova raccolti a suo carico sono stati  comunicati alla Procura della Repubblica di Lanciano, che ha richiesto ed ottenuto l’emissione nei confronti dell’indiziato di una Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere.

Le cattura del rapinatore è stata eseguita direttamente a Giugliano di Napoli dal personale del Commissariato di Lanciano, della Squadra Mobile  di Chieti e del Commissariato di Giugliano dove, a seguito di serrate  ricerche, la sera del 15 marzo scorso, il rapinatore veniva individuato, arrestato e successivamente associato presso il carcere di Poggio Reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *