Latitante arrestata dalla Finanza a Pescara

Nell’ambito dell’intensificazione del contrasto ai traffici ed alle attività illecite disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pescara, i Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno proceduto allarresto di una donna, originaria di Milano, destinataria di due ordini di carcerazione emessi dalle Procure della Repubblica di Milano e Lodi per cumuli di pena per complessivi 4 anni ed 11 mesi di reclusione.

Alla donna i Finanzieri sono arrivati a seguito di un controllo antidroga posto in essere in Montesilvano in via lago di Bracciano. Infatti, nei giorni precedenti, le Fiamme Gialle avevano notato un anomalo andirivieni in un condominio e, individuati alcuni soggetti gravati da precedenti di polizia in materia di sostanze stupefacenti, accedevano in un’abitazione del palazzo.

Dai preliminari consueti accertamenti eseguiti alle banche dati di polizia nei confronti degli occupanti dell’abitazione, emergeva che una delle donne presenti risultava gravata da due ordini di cattura per espiazione pena per quasi 5 anni complessivi, a seguito di condanne riportate per reati quali truffa e ricettazione.

La donna che risultava essersi trasferita, in incognito, a Montesilvano da alcuni mesi veniva, pertanto, tratta in arresto ed associata presso la Casa Circondariale di Chieti, a disposizione delle Autorità Giudiziarie che hanno emesso i provvedimenti.

Gli accertamenti proseguono al fine di individuare eventuali favoreggiatori della latitanza della donna.

L’attività conclusa dalle Fiamme Gialle di Pescara si inquadra nella campagna di intensificazione dei controlli del territorio in materia di sicurezza, in particolare, nelle zone più “difficili” delle periferie cittadine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *