Dimissioni Tonelli, la UilTrasporti: “Subito una nuova guida”

“Come UILTRASPORTI adesso chiediamo al Presidente Marsilio ed al Sottosegretario D’Annuntiis di procedere con estrema urgenza ad assicurare alla TUA spa una guida competente e soprattutto decisa nell’affrontare e risolvere temi da tempo insoluti”.

E’ quanto sollecita la Uil Trasporti attraverso il suo segretario generale, Giuseppe Murinni, all’indomani della notizia sulle dimissioni del presidente, Tullio Tonelli

“Tante sono le questioni che, a distanza di quasi 4 anni dalla nascita dell’azienda unica regionale, attendono ancora risposte concrete e rispetto alle quali la UILTRASPORTI unitamente alle altre organizzazioni sindacali ha ripetutamente sollecitato infruttuosamente soluzioni. Si va dalla necessità di assicurare all’azienda un efficiente modello organizzativo, alla impellente esigenza di procedere nel rinnovo del parco mezzi, al bisogno di procedere alla assunzione di personale per le officine di manutenzione; dall’attuazione degli investimenti già finanziati sulla infrastruttura ferroviaria al potenziamento dei servizi di trasporto merci; dalla necessità di riorganizzare l’offerta di trasporto pubblico locale in un’ottica intermodale integrando i servizi su gomma con quelli su ferro a quella di concretizzare finalmente un biglietto unico regionale ed una tariffazione che non crei ulteriore dumping per le aree interne. La UILTRASPORTI – aggiunge Murinni – ha apprezzato e condiviso i temi illustrati dal Presidente Marsilio nel suo discorso di insediamento, ribadiamo in questa occasione la necessità di avviare immediatamente il confronto su tutte le questioni strategiche del settore dei Trasporti (già richiesto al Sottosegretario D’Annuntiis) rispetto al quale assicuriamo un atteggiamento di costruttiva collaborazione. A dimostrazione della necessità di assicurare immediata operosità ricordiamo che in questi giorni vi è l’ennesima procedura di raffreddamento e conciliazione aperta rispetto alla inconsistenza delle attività aziendali sui temi sopra accennati che, anche a seguito di un tentativo di conciliazione esperito presso la Prefettura di Chieti, attende ancora la convocazione da parte del management di TUA spa. Ci auguriamo un determinato e repentino cambio di passo per il bene di un settore volano dello sviluppo sociale ed economico della nostra regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *