Firenze, il nuovo Questore è il lancianese Armando Nanei

Il lancianese Armando Nanei è il nuvo Questore di Firenze. Succede ad Alberto Intini, promosso prefetto a Imperia. Nanei 61 anni, arriva a Firenze dopo esser stato direttore del Servizio di Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno dal 2015. Diversi gli incarichi che Nanei ha ricoperto negli anni, tra cui vice questore a Bologna, capo del compartimento Polfer della Liguria, questore vicario a Lucca, questore a Isernia fino al 2015 e nominato nel 2017 Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Nanei è stato protagonista di molte indagini. Come nel sequestro-lampo ai danni di Vanessa Mussini, figlia di un imprenditore del settore autotrasporti, studentessa modenese rimasta nelle mani dei rapitori per 12 ore e poi liberata con conseguente arresto di tre persone, tra cui un ex socio del padre. Inoltre, come capo della squadra mobile bolognese per sette anni e al vertice della Criminalpol, ha proceduto agli arresti della banda dell’omicidio del piccolo Tommaso Onofri, il bambino ucciso da uno dei sequestratori con un colpo di badile in testa perchè piangeva.
La carriera del dirigente della polizia inizia nel 1985 alla questura di Milano. Un breve periodo al reparto celere e alle volanti per poi passare, nel settembre 1989, al capoluogo emiliano. Anche lì dalle volanti, al commissariato di Imola per poi nel gennaio 1993 tornare a Bologna alla squadra mobile e ricoprire vari incarichi sino a quello di direttore della sezione criminalità organizzata. Nel 2000 diventa capo della squadra mobile. È lui tra i primi ad accorrere nel cuore della città per l’omicidio del giuslavorista Marco Biagi e, attraverso i suoi ragazzi della scientifica, a compiere i primi accertamenti prima di passare la palla alla Digos.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *