L’Aquila: Biondi ritira le dimissione e nomina la nuova giunta. S’infuria FI

Pierluigi Biondi, ha ritirato oggi le dimissioni da sindaco de L’Aquila. Contestualmente il primo cittadino ha presentato la nuova giunta. L’esecutivo è stato presentato oggi in conferenza stampa alla quale ha preso parte anche il presidente della Regione, Marco Marsilio. Ad affiancare Biondi in esecutivo Fabrizia Aquilio, con delega al Turismo, alla Promozione dell’immagine della città, ai Rapporti internazionali, al Contenzioso; Fausta Bergamotto, assessore al Personale, alle Partecipate e alla valorizzazione del patrimonio; Vittorio Fabrizi che seguirà la ricostruzione privata, le opere pubbliche e lo sport; Daniele Ferella, nominato assessore all’Urbanistica; Fabrizio Taranta, con delega all’Ambiente e Protezione civile; Carla Mannetti assessore ai Trasporti, alle Infrastrutture, alla Mobilità, alle Politiche Comunitarie e alla Smart City; Monica Petrella, con delega alle Pari Opportunità, all’Informatizzazione, alla Comunicazione e al Fascicolo del Cittadino; Francesco Bignotti, assessore Agricoltura, Politiche Sociali, Politiche Abitative e Partecipazione; Raffaele Daniele, vice sindaco con delega al Bilancio, alla Ricostruzione dei Beni Pubblici, Commercio e Attività Produttive.

Biondi ha mantenuto per sé la Cultura, la Programmazione dei Fondi ‘Restart’, i Rapporti con le Università, gli Enti e le Istituzioni, la Sanità.

Una serie di nomine che hanno escluso i rappresentanti di Forza Italia. Così, dopo l’ufficializzazione è intervenuto con una nota il Coordinatore del partito in Abruzzo, Nazario Pagano che ha commentato: “Mi duole comunicare che il rapporto di fiducia fra Forza Italia e il Sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi è giunto al capolinea.” Lo dichiara il senatore “Il motivo è presto detto: nonostante il sostegno che Forza Italia ha fornito per la sua elezione, raccogliendo circa l’ 11% dei consensi, con 7 consiglieri eletti e risultando fra l’altro il primo partito, Biondi ha deciso di escludere la partecipazione di esponenti forzisti dal governo della città. Un gesto di pura ostilità di cui non possiamo far altro che prendere atto, un gesto di assoluta mancanza di rispetto non solo per gli alleati, ma anche per gli aquilani che avevano, con il voto, espresso chiaramente la volontà di vedere Forza Italia al governo – continua -. Non resta che augurarsi che, dopo il tradimento della volontà popolare, non venga anche tradito il programma elettorale. Senz’altro, gli aquilani devono sapere che da oggi Forza Italia non ha più alcuna responsabilità nella gestione della città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *