Aumentano in Abruzzo gli accessi nei pronto soccorso

L’ospedale civile Santo Spirito di Pescara, con 94.529 accessi, pari al 18,01 per cento, è quello che fa registrare il più alto numero di ingressi in Abruzzo. E’ quanto emerge dal report dell’Agenzia sanitaria regionale abruzzese per il 2018. Detto di Pescara, nella nostra regione si sono registrati in tutto 524.975 accessi nei pronto soccorso così distribuiti: Santissima Annunziata di Chieti, 61.831; Renzetti di Lanciano, 45.423; San Salvatore de L’Aquila, 43.843 accessi; Mazzini di Teramo, 43.178; ospedale civile di Avezzano, 35.505. In base alle verifiche, si è costatato un aumento degli accessi è legato ad una attività di filtro sul ricovero da parte dei Pronto Soccorso che devono far fronte all’insorgenza di nuovi bisogni assistenziali, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento del numero di pazienti complessi, l’avvento di nuove tecnologie di diagnosi e cura. Nel report si evidenzia come il 55% degli accessi complessivi registrati nel 2018 è stato attribuito il codice colore verde, con una variabilità tra i vari presidi che va dal 33,3% di Chieti al 78,1% di Castel di Sangro. Gli accessi regionali con codice rosso sono stati il 2,1% con valori che vanno dallo 0,1% per il P.O. di Atessa, al 4,0% per l’ospedale di Chieti. I codici gialli rappresentano il 37,8% di tutti gli accessi regionali con un valore minimo pari al 15,7% ( P.O. di Castel di Sangro) e un valore massimo di 58,7% (P.O. di Vasto). Per quanto riguarda la percentuale degli accessi regionali con codice bianco pari al 5,0% del totale, si osserva anche in questo caso una variabilità tra i vari presidi che va dallo 0% di Atessa al 15% di Chieti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *