I Nas sequestrano discount nel pescarese

I militari del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità dei Nas di Pescara hanno ispezionato un supermercato del pescarese e hanno proceduto al sequestro di 3 quintali di carni che riportavano un’origine diversa rispetto a quella reale. I militari hanno poi rilevato che in 3 kg. di formaggio grattugiato, contenuto in sette confezioni, era stata posta la rietichettatura con l’indicazione di “formaggio grattugiato tipo padano e tipo reggiano”, 5 kg. circa di parmigiano reggiano di seconda scelta, porzionato in 16 confezioni riportanti etichette che lo indicavano essere di prima scelta; 15 kg circa di salumi (prosciutto crudo, prosciutto cotto, salame ungherese, ecc.), e 35 kg. circa di prodotti lattiero caseari (bocconcini, mozzarella, treccia fior di latte, ecc.), in cattivo stato di conservazione, poiché detenuti all’interno di un frigorifero riportante la temperatura di +10,6°c, misurata anche al cuore del prodotto, anziché quella di + 4°c, come prescritto sulle confezioni di detti prodotti.

Il responsabile del supermercato è stato denunciato all’Autorità Sanitaria e Amministrativa per aver mantenuto il locale deposito dell’esercizio in condizioni igienico sanitarie, strutturali e documentali non adeguati, aver omesso di aggiornare il manuale di autocontrollo aziendale di cui al sistema h.a.c.c.p. e di aver attivato il laboratorio di macelleria in assenza della prescritta comunicazione all’autorità competente ai fini della registrazione.

Le carni sequestrate (bovine, suine, ovine, cunicole) e prodotti a base di carne (salsicce), sono stati sequestrati. La A.S.L. di Pescara, intervenuta sul posto, ha disposto la sospensione immediata delle attività di deposito e laboratorio del supermercato, la distruzione dei sottoprodotti di origine animale rinvenuti, e il vincolo sanitario per gli alimenti la cui etichettatura era difforme.
Il valore dei locali inibiti, compreso impianti, attrezzature ed arredi, ammonta a un milione di euro, mentre quello degli alimenti a circa 10.000,00 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *