Fossacesia, apre l’Ufficio informazioni e accoglienza turistica

E’un ufficio che risulterà fondamentale per Fossacesia e per il nostro territorio e che potrà collabora anche con i sindaci. Si rivolgerà non solo ai turisti ma anche alle scuole e ai cittadini, per far conoscere meglio il nostro patrimonio storico, culturale e gastronomico e per rendere il territorio stesso consapevole di ciò che possiede anche attraverso gli ausili tecnologici. Grazie a questo nuovo servizio Fossacesia conferma il proprio ruolo di importante punto di riferimento all’interno del contesto della Costa dei Trabocchi. La nostra Amministrazione crede molto nella necessità di fare rete per ottenere i risultati, in termini turistici e di sviluppo, che questa zona merita. Questo ufficio, quindi è l’espressione del lavoro che abbiamo svolto”.

E’ quanto tiene a precisare il Sindaco della città frentana, Enrico Di Giuseppantonio, dopo la stipula con la Regione Abruzzo del Protocollo d’intesa per il funzionamento dell’Ufficio I.A.T. (Ufficio informazioni e accoglienza turistica) che troverà sede presso il Palazzo dei Priori, in viale San Giovanni in Venere. Nel periodo estivo, tra l’altro, si aprirà la sede staccata sul Lungomare.

E’ un riconoscimento meritato da parte della Regione che premia le politiche seguite in questi anni dall’Amministrazione di Fossacesia. Il protocollo d’intesa prevede per l’Ufficio I.A.T, delle funzioni che hanno come obiettivo il più ampio raccordo tra le prerogative territoriali e quelle regionali. Tra queste, l’informazione sulle risorse storico, antiche e naturalistiche e sulle relative accessibilità, itinerari turistici, manifestazioni, eventi, tempo libero e sport nell’area di appartenenza e dell’intera regione; informazioni generali sui servizi turistici, prezzi, trasporti pubblici, servizi sanitari, strutture congressuali, servizi di pubblica utilità. Inoltre, informazioni sul livello di accessibilità delle strutture per le categorie svantaggiate; distribuzione del materiale cartaceo o multimediale per promuovere le località, anche per gli utenti disabili; assistenza al turista per la ricerca di disponibilità ricettive ; raccolta dati informativi e statistici sui turisti per conoscere le loro opinioni sui servizi offerti; attività di vendita e prenotazione dei servizi (biglietti ai musei, trasporti ecc.) in tutta la regione; ma anche la vendita di prodotti tipici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *