Al Parco delle Memorie di Lanciano si ricorda il 75° anniversario della rivolta dei Rom e Sinti

Giovedì 16 maggio, alle ore 10.30, nel Parco delle Memorie di Lanciano situato tra via Belvedere e via Eisenstein, davanti il Monumento al Samudaripen, eretto il 5 ottobre 2018 a perenne memoria della persecuzione nazifascista perpetrata nei campi di concentramento anche nei confronti del popolo Rom e Sinti verrà celebrato il 75° anniversario della rivolta dei Rom e Sinti nel campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 16 maggio 1944.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Lanciano, con l’UCRI e l’ANPI Lanciano ed è intitolata “Memoria nell’Arte”. 

Lanciano ospita il primo monumento in Italia, il secondo in Europa dopo quello di Berlino dedicato alla memoria degli oltre 500.000 Rom e Sinti perseguitati per motivi razziali che furono deportati, internati e sterminati durante gli anni della Seconda Guerra mondiale nei campi di concentramento di Auschwitz

L’iniziativa prevede il coinvolgimento di tutte le Associazioni Rom e Sinti d’Italia, dei membri della Piattaforma Nazionale e del forum dei Rom Sinti e Caminanti istituiti presso l’UNAR, delle scolaresche di Lanciano e Laterza. All’incontro sono stati invitati a partecipare i rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, le massime autorità regionali, provinciali e comunali, il Prof. Santino Spinelli, il Senatore Luigi Manconi già direttore dell’UNAR, Luca Bravi dell’Università di Firenze, storico del Porrajmos e numerosi artisti e intellettuali che hanno contribuito alla realizzazione del Monumento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *