A Lanciano la lunga notte delle chiese

A Lanciano saranno quattro le chiese che aderiranno all’iniziativa, a partire dalle 19 fino alla mezzanotte: la Cattedrale Madonna del Ponte, la Chiesa del Purgatorio, la Chiesa di Santa Lucia e la Chiesa di Santa Chiara. Il programma prevede la celebrazione della Messa in Cattedrale alle 19, incontri, visite guidate a cura degli studenti dell’Istituto De Titta-Fermi di Lanciano, musica, mostre fotografiche, un’installazione luminosa sulla figura del Cireneo. Inoltre, tra Piazza Plebiscito e Corso Roma, sarà un gioco di luci molto particolare a rendere ancora più suggestivo l’evento, grazie alla collaborazione con Ceie Power, gestore della pubblica illuminazione di Lanciano.

La Lunga Notte delle Chiese”, giunta alla sua quarta edizione in Italia, è un grande evento popolare che ha l’obiettivo di dare un segno della presenza della Chiesa nelle comunità, di apertura verso l’esterno, di creare occasioni di incontro con persone spesso distanti dalla Chiesa e di confronto tra diverse confessioni. Nata nel 2016 nella Diocesi di Belluno-Feltre per iniziativa dell’associazione di promozione sociale BellunoLaNotte, su ispirazione dell’omonimo format austriaco “Lange Nacht der Kirchen”, in questi 3 anni ha visto una notevole crescita e partecipazione. Un’occasione per tutti, religiosi e non, per partecipare ad un evento suggestivo ed eccezionale, di grande coinvolgimento, perché in questa giornata sarà possibile visitare i luoghi sacri delle nostre città in una veste sicuramente originale. Diverse saranno le iniziative e i programmi organizzati: musica, visite guidate, mostre, teatro, letture, momenti di riflessione e tanto altro, ad opera di molte realtà coinvolte.

Alla quarta edizione della “Lunga notte delle chiese”, quest’anno partecipa, con altre 80 Diocesi italiane ed altre straniere, per la prima volta, anche la nostra Arcidiocesi. Del resto, non poteva essere altrimenti, visto che la prima “notte bianca” in assoluto fu “inventata” proprio a Lanciano, in occasione dell’arrivo, da Roma, delle corone per la statua della Madonna del Ponte! – sottolinea Monsignor Emidio Cipollone, Arcivescovo della Diocesi di Lanciano-Ortona – Quest’anno, a tenere insieme cultura ed arte, musica e spiritualità, è la “luce”: tema tanto fondamentale quanto affascinante! La luce è la vita: senza di essa non è possibile l’esistenza; “venire alla luce” è nascere alla vita! Gesù, inoltre, ha detto di essere la luce e che anche noi dobbiamo essere luce! Spero che questa iniziativa aiuti la nostra Chiesa diocesana, la città e tutto il territorio a nascere, o meglio a rinascere, a vita nuova, aprendo le “porte” della mente e del cuore proprio come si apriranno le porte delle chiese; a “venire alla luce” costruendo ponti e non muri che, alla fine, non fanno altro che “imprigionarci”; ad aprire, anzi a spalancare, come diceva San Giovanni Paolo II, le porte a Cristo, nostro Salvatore e fonte della nostra gioia. Approfitto, in ultimo, per ringraziare tutti coloro che si sono impegnati per rendere possibile la realizzazione di questa bella iniziativa.”

L’apertura straordinaria di molte chiese, dalla sera fino a notte inoltrata, consentirà a quante più persone possibili di unire l’esperienza culturale ad una esperienza spirituale per conoscere e promuovere il nostro patrimonio di Arte e di Fede. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che ci hanno aiutato per la realizzazione, a Lanciano, di un evento di portata internazionale”, dichiarano i coordinatori dell’evento di Lanciano, la dott.ssa Ada Giarrocco e Ispettore Onorario del Ministero per i Beni Culturali Domenico Maria del Bello.

Sono piacevolmente sorpreso dalle numerosissime adesioni di quest’anno. Il lavoro fatto in questi mesi sta dando frutti inaspettati ma tanto sperati! Pensare che tutto è partito nel 2016 con sole 4 chiese e ora siamo così in tanti. E quanto ancora potremmo crescere! Credo che questo spirito di apertura verso l’esterno, di ecumenismo, rendano la Lunga Notte delle Chiese un’esperienza nuova, originale e necessaria. Come pubblico ci aspettiamo famiglie, bambini ma anche tantissimi giovani. Dunque arte, musica e spiritualità per elevare l’anima alla contemplazione”, conclude Stefano Casagrande, coordinatore dell’evento a livello nazionale.

Il programma è il seguente – Cattedrale della Madonna del ponte, ore 19 Santa messa, alle 20 Visita guidata a cura degli allievi del Liceo Statale “C. de Titta” di Lanciano. Sempre alle ore 20 mostra “La Bibbia a colori” Catechesi a cura di don Emanuele Bianco. Per tutta la serata fino a mezzanotte Installazione sonora con musiche di Fedele Fenaroli

Chiesa parrocchiale di Santa Lucia – ore 19 visita guidata a cura degli allievi del Liceo Statale “C. de Titta” di Lanciano. Ore 21:30 La musica nel tempo…un viaggio per solo flauto a cura del maestro Roberto de Grandis. Per tutta la sera fino a mezzanotte Installazione luminosa, a cura della parrocchia, sulla statua di Santa Lucia, martire siracusana, con esposizione delle reliquie.

Chiesa del Purgatorio – ore 19 Visita guidata a cura degli allievi del Liceo Statale “C. de Titta” di Lanciano. Ore 21 Concerto di musica barocca a cura del maestro, direttore e concertatore Matteo Cicchitti.

Per tutta la sera fino a mezzanotte, La chiesa sarà illuminata solo dalle candele e dopo il concerto resterà aperta fino a mezzanotte per la preghiera.

Chiesa di Santa Chiara – ore 19 visita guidata a cura degli allievi del Liceo Statale “C. de Titta” di Lanciano. Per tutta la sera fino a mezzanotte Installazione luminosa sulla figura del Cireneo, figura centrale della processione degli incappucciati del Giovedì Santo

Mostra fotografica sulla processione del Venerdì Santo con foto artistiche e con giochi di luci e ombre. Oltre agli eventi nelle singole chiese si terrà alle 19:30 sul sagrato della Chiesa del Purgatorio uno spettacolo teatrale con Stefano di Matteo e Gabriele Tinari “Alla luce delle candele”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *