Carabiniere originario di Sulmona investito e ucciso in un posto di blocco

Emanuele Anzini, 41 anni, originario di Sulmona, appuntato dei Carabinieri del Nucleo radiomobile di Zogno Carabinieri, è rimasto ucciso la notte scorsa, travolto da una utilitaria guidata da un uomo che lo ha investito senza fermarsi a un posto di blocco. L’omicidio stradale è avvenuto poco prima delle 3 della notte scorsa, a Terno d’Isola in provincia di Bergamo. Anzini stava effettuando dei controlli lungo via padre Albisetti, la strada provinciale che da Presezzo e Bonate Sopra porta a Sotto il Monte Giovanni XXIII. L’impatto è stato particolarmente violento, tanto che il vetro dell’auto si è distrutto nello schianto. Alla guida del mezzo che ha ucciso il Carabinieri, un cuoco di 34 anni di Sotto il Monte, al quale lo scorso anno era stata ritirata la patente sempre per guida in stato di ebbrezza. L’investitore non si è fermato all’alt ed ha accelerato, travolgendo Anzini, trascinandolo per oltre 50 metri. Il Carabinieri è morto sul colpo. Il conducente dell’utilitaria si è poi fermato qualche chilometro più avanti ed è tornato indietro per costituirsi. E’ stato arrestato per omicidio stradale. Anzini, figlio a suo volta di un carabiniere, lascia la moglie e una figlia 19enne, che vivono L’Aquila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *