A L’Aquila la 22esima edizione dell’Uddevalla Symposium

Geografi, sociologi, economisti specializzati nello sviluppo economico delle regioni. Si ritroveranno dal 27 al 29 giugno al Gran Sasso Science Institute dell’Aquila per la 22esima edizione dell’Uddevalla Symposium, un appuntamento ormai tradizionale per gli esperti del settore.
Inaugurata nel 1998, la conferenza, che prende il nome dalla città svedese che la ospitò in quella occasione, invita al confronto ricercatori di discipline diverse (dalla geografia al business aziendale, dalla sociologia alla pianificazione urbanistica e regionale).
L’edizione 2019, curata dall’Area Scienze Sociali del Gran Sasso Science Institute guidata dalla prorettrice con delega alla ricerca del GSSI Alessandra Faggian, ospiterà dal 27 al 29 giugno alcuni dei massimi studiosi mondiali di sviluppo regionale. Tra i relatori, Olav Sorenson, professore all’Università di Yale che in passato si è occupato della relazione esistente tra crescita economia e uso dei social network. A L’Aquila il suo intervento sarà invece dedicato alla cosiddetta “Sindrome della Silicon Valley”, un modello di sviluppo che molti hanno tentato di replicare altrove, non sempre con successo, tra venture capital e diffusione dei benefici economici ad ambiti diversi da quelli in cui veniva effettuato l’investimento (spillovers).
Altro studioso di primo piano presente al GSSI per l’Uddevalla Symposium, Ron Boschma, professore di Economia regionale all’Università di Utrecht in Olanda e di Economia dell’Innovazione alla Università di Stavanger in Norvegia, è attento soprattutto al rapporto tra innovazione tecnologica delle imprese e crescita economica e urbanistica del territorio circostante. Infine Martin Andersson, professore di Economia Industriale in Svezia presso il Blekinge Institute of Technology, che studia la crescente mobilità dei lavoratori che lasciano le grandi multinazionali perà imprenditoriali  cercare nuove occupazioni in realtà imprenditoriali di dimensioni nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *