Marongiu: “Rischio taglio bus Lanciano-Pescara”

“Il consiglio regionale ieri ha trasformato in legge il progetto di legge 42/2019 che prevede l’inserimento nei servizi minimi della tratta Giulianova-Aq-Roma con una perdita secca di circa 125 mila euro al mese, non coperta, sul bilancio TUA. Ciò significa che per “finanziare” la tratta bisognerà tagliare altrove oltre 1 milione di km di corse in Abruzzo. A causa di questo provvedimento, dunque, la Giunta deciderà di tagliare corse regionali per favorire una tratta extra-regionale da Giulianova per Roma: una decisione che suscita perplessità, soprattutto perché questa tratta trova anche ampia copertura nel mercato a prezzi concorrenziali”.
E’ quanto pone in evidenza Leo Marongiu, Presidente del Consiglio Comunale di Lanciano, che aggiunge: “Il Presidente della Tua ha confermato questo taglio in 2^ e 4^ Commissione, ieri mattina, dove sono stati ascoltati anche i rappresentanti sindacali: Giuliante ed il management Tua hanno parlato di una necessaria “razionalizzazione” da fare tra 800 mila ed 1 milione e 250 mila chilometri su gomma. Alla luce di queste premesse che suscitano forte preoccupazione per i pendolari della comunità Frentana, mi appello alla Giunta Regionale ed ai vertici Tua, già monchi di un rappresentante lancianese come denunciato dal Sindaco Mario Pupillo: non vorrei che a pagare la tratta Giulianova-Aq-Roma siano Lanciano e il comprensorio Frentano con un taglio delle corse bus per e da Pescara coperte ogni giorno da 8 coppie di corse su gomma. Sarebbe anche possibile intervenire su eventuali duplicazioni bus delle corse prestate in treno in orari assimilabili, ma a patto di ripristinare e intervenire contestualmente sui servizi che mancano, come le corse domenicali e nei festivi da Lanciano alla stazione di San Vito dunque per la Costa dei Trabocchi, passando per la Stazione di Via Bergamo di Lanciano: raccolgo diverse lamentele, soprattutto da turisti e studenti, circa l’assenza di collegamenti la domenica e i festivi. Taglio secco no, razionalizzare si. Sul servizio bus nei festivi domenicali, ho inviato una lettera al Presidente TUA Giuliante, alcune settimane fa. Nessun taglio dunque senza un contestuale intervento per migliorare l’offerta di servizi a beneficio del comprensorio Frentano e Sangro Aventino, tra i più produttivi dell’intera Regione Abruzzo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *